Primi d'Italia

Torna il Pride Village a Perugia ed è subito polemica [IL PROGRAMMA]

SQUARTA ATTACCA GLI ORGANIZZATORI PER UNA ICONA CHE RAFFIGURA LA VERGINE, SECONDO LUI

Revocato patrocinio ad Omphalos, Giaffreda M5s interroga sindaco

Torna il Pride Village a Perugia ed è subito polemica [IL PROGRAMMA]

PERUGIA – «Non si può invocare il rispetto dei propri diritti, battagliare contro le discriminazioni e gli insulti e poi diffondere immagini come queste sulla Madonna che offendono chi crede.
Pessimo gusto..anzi disgustoso. Come al solito predicare bene e razzolare male..anzi malissimo!!». Puntuale come la notte arriva la polemica. Le parole, scritte sotto al manifesto dell’iniziativa, pubblicate su Facebook e proposte in “esca” sul nostro articolo – sono di Marco Squarda, consigliere regionale Fratelli d’Italia.

Che è accaduto agli occhi del “focoso” avvocato tricolore? Gli fa eco, in risposta, Stefano Bucaiono, Presidente di Omphalos, che replica così: “Mi preoccupa che il consigliere Squarta non sappia riconoscere una Drag Queen da una Madonna, ma visto che è così confuso sulla laicità delle istituzioni lo invitiamo caldamente a partecipare al Perugia“.

E come avrebbe detto Attilio Solinas – e prima di lui “Il gladiatore” – si è scatenato l’inferno. 

Ilaria Onair I tipi e le tipe che mi stanno mettendo le bandierine arcobaleno sul commento che ho lasciato, potrebbero anche manifestarsi e argomentare la scelta del loro manifesto blasfemo. .. sempre che abbiano​ argomenti,e attributi soprattutto..
Marco Squarta Stefano Bucaioni pessima caduta di stile..non potete invocare il rispetto solo quando vi fa comodo..
Ilaria Onair Non fare il finto tonto bucaioni. . è un chiaro riferimento alla Madonna…le frittelle valle a rigirare a casa tua,se volete essere presi sul serio fate i seri..i propri diritti si reclamano con dignità e sobrietà..nn mettendo su i baracconi

Nicola Morini, un po’ sarcastico chiede: “ È lo stesso Pride cui il Comune di Perugia ha dato il patrocinio??”.  La sostanza  è che Squarta nell’iconcina in basso nel manifesto ha visto la Madonna mentre, a detta di Stefano Bucaioni, è una Drag Queen. 

E su questo se ne leggono di tutti i colori.

Roberta Bertolini Direi…di uno schifo e mancanza di rispetto assoluto!!!!
Francesco Saverio Frillici Ma lei giustifica una locandina del genere? Me ne spieghi il senso e il motivo? Perché denigrare un’immagine sacra? C’è la necessità di fare per forza scandalo? C’è la necessità per forza di offendere per sentirsi importanti? Mi faccia capire…
Ilaria Onair C ha colpa chi li autorizza,inoltre andrebbero multati x questi atteggiamenti che offendono la pubblica morale. . ma​ un po’ di decenza e decoro è chiedere troppo??
Francesco Meschini Ma la pubblica morale di che?? Forse non le ancora chiaro che chi ammazza le donne è quasi sempre un eterosessuale perbenista che probabilmente va anche a messa (notare dati sui femmicidi) o chi maltratta i bambini è altrettanto eterosessuale con ogni diritto.. La provocazione c’è in ogni cosa anche nelle pubblicità dove il sesso è protagonista sta nell’intelligenza di chi la percepisce…
Fabris Rossini Ha le visioni consigliere? Il caldo fa brutti scherzi… (riferendosi a SQUARTA)
Giovanni Limone anche lei dichiara che quella immagine non e la Madonna? davvero? allora cambiate fotografo e scenografo perché vi hanno fregato i soldi
Simone Fabi Quella è l’immagine della Madonna. Una Drag Queen non ha l’aureola e nemmeno un cuore che emana luce come se fosse il sole. Siete VERGOGNOSI. Ritirate questo schifo e fate il vostro Pride. Lei ha il prosciutto negli occhi non le visioni.
Stefano Bazzoffia Marco Squarta sono contro i pride di stranezze sessuali, ma questa altro che indecenza
Valter Ferrero È un volgarissimo raduno eterofobo, di gente che odia tutto ciò che è bello,buono e vero…che ci si deve aspettare? Da costoro nulla se non laiudume a profusione…ma dalla maggioranza di governo perugina, almeno non il patrocinio, sennò poi è inutile protestare.
Michelangelo Mic Rispetto. Se la devono smettere. Vogliono i diritti? Uno non c’e bisogno di fare ste pagliacciate, due se invocano la laicità allora se la smettessero di fare questi manifesti usando immagini sacre e offendendo cio du cui si vogliono distaccare ovvero il sacro.
Marco Pennetti Bravo Marco…qui in giro c’è solo tanta cristianofobia e nient’altro
Francesca Dominici Si scrive pride, si legge schifo!!!
Giuseppe Racanella Certo è che con il patrocinio concesso questa giunta si è rivelata tale e quale come quella precedente, almeno sui temi etici. Se non è zuppa è pan bagnato….
 E così via
IL PROGRAMMA DEL PRIDE VILLAGE DI PERUGIA

VENERDÌ 23 GIUGNO (Corso Cavour e Borgo XX Giugno)

Ore 19:00 – Notte arcobaleno in tutto il quartiere (in collaborazione con BorgoBello)
Ore 21:00 – Max Radio Energy live dalla piazzetta di San Domenico
Ore 22:30 – Concentramento a Borgo XX Giugno per la parata del Perugia Pride

SABATO 24 GIUGNO (Giardini del Frontone)

Ore 15:00 – Inaugurazione e apertura stand con le istituzioni
Ore 17:00 – Dibattito sulla GPA
Con: Serena Marchi, scrittrice; Prof.a Stefania Stefanelli, Università degli Studi di Perugia; Stefano Anticaglia, Famiglie Arcobaleno. Modera: Caterina Coppola (direttrice di gaypost.it)
Ore 19:30 – Aperitivo con la musica live dei Ponzio Pilates
In collaborazione con il T-Trane
Ore 21:00 – Film, proiezione gratuita di Moonlight offerta da Omphalos
In collaborazione con il Cinegatti
Ore 23:30 – Perugia Pride Party (Lido Village di Ponte San Giovanni)
Navetta a/r dai Giardini del Frontone

DOMENICA 25 GIUGNO (Giardini del Frontone)

Ore 15:00 – Apertura stand
Ore 16:00 – Merenda con le Famiglie Arcobaleno (giochi e attività per i bimbi)
Ore 17:00 – Dibattito sulla Laicità
Con: Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria; Gabriele Piazzoni, Segretario nazionale di Arcigay; On. Beatrice Brignone, Deputata di Possibile. Modera: Caterina Coppola (direttrice di gaypost.it)
Ore 19:30 – Aperitivo con la musica live dei Pinguini Tattici Nucleari
In collaborazione con il T-Trane
Ore 21:30 – Spettacolo Miss Drag Queen Umbria 2017

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*