Terremoto, da Spoleto dieci tonnellate di beni per le popolazioni

In pochi giorni sono state consegnate circa 10 tonnellate tra acqua, beni alimentari e per l’igiene personale, vestiario e giocattoli

Corciano, consegnati alle Scuole di Amatrice gli 8mila euro raccolti nella cena solidale
nextquotidiano.it

Terremoto, da Spoleto dieci tonnellate di beni per le popolazioni. Circa 10 tonnellate di materiali e beni di prima necessità provenienti da Spoleto sono arrivati alle popolazioni colpite dal terremoto. In particolare tutto questo materiale è stato portato al Comune di Posta (RI) che funge da centro di raccolta e di smistamento per consegnare i beni ad Amatrice e alle sue frazioni.

In pochi giorni sono state consegnate circa 10 tonnellate tra acqua, beni alimentari e per l’igiene personale, vestiario e giocattoli. Come già annunciato dai canali ufficiali per il momento non c’è necessità di altro materiale alimentare o di abbigliamento, ma rimanendo in contatto con la piccola città laziale, si è deciso di continuare la raccolta beni aggiornando di volta in volta ciò che viene richiesto.

Ad oggi si richiedono:- Materiali da campeggio (tende, tavolini, sedie, lettini, sdraio, torce elettriche, pile, stufe etc.) – Prodotti per la pulizia (scope, spazzoloni, stracci, sacchi immondizia, detergenti, spugne, lavatrici etc.) – Attrezzature agricole (pale, zappe, rastrelli, stivali di gomma, teli anti-pioggia, mangimi per il bestiame etc.) – Materiali per la conservazione di cibi (carta stagnola, pellicola etc.) – Farmaci generici (Aspirine, Tachipirine, Maalox etc.)

Totale è stata la sinergia tra enti, istituzioni e privati cittadini e volontari per organizzare la raccolta e poi il trasporto dei beni. Sotto il coordinamento dal Gruppo Comunale Protezione Civile di Spoleto che ha messo a disposizione alcuni dei propri volontari. Hanno collaborato molti volontari tra cui un gruppo di cittadini guidato da Diego Bacchettini che ha messo a disposizione un punto di raccolta in Loc. Maiano 50/a aperto dalle 17:00 alle 21. Il centro di raccolta della Protezione Civile presso il Centro Operativo Comunale di Spoleto in via dei Tessili 15 è il invece il punto di riferimento per la raccolta e le informazioni. Il centro è aperto h24.

La situazione attuale – come ha espresso la stessa Regione Umbria che ha invitato i cittadini a non portare altro materiale ai centri di raccolta – richiede sopratutto contributi di tipo economico che possono essere versati al conto corrente attivato dalla Regione Umbria e a cui la Protezione civile attingerà per specifiche azioni. L’Iban del conto corrente è IT32R02008 03033000104429137, causale “Regione Umbria_Sisma agosto 2016″

Per maggiori info contattare i numeri:
0743222450 (Centro Operativo Comunale di Spoleto)
3930120789 (Diego – Punto di Raccolta) – 3406468980 (Samuele – Punto di Raccolta)

1 Commento su Terremoto, da Spoleto dieci tonnellate di beni per le popolazioni

  1. Se si potesse avere un sito ufficiale con un elenco aggiornato settimanalmente delle cose che effettivamente servono…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*