Terremotati prevista esenzione ticket compartecipazione spese sanitarie

Assessore Barberini, garantiti i servizi e assistenza terremotati

Terremotati prevista esenzione ticket compartecipazione spese sanitarie  PERUGIA – “Esenzione del ticket e della compartecipazione alle spese sanitarie per l’acquisto di farmaci e l’esecuzione di visite specialistiche per tutti i residenti nei comuni della Valnerina colpiti del sisma del 30 ottobre”: lo comunica l’assessore regionale alla Sanità, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, al termine di un incontro che si è tenuto stamani a Norcia, per fare il punto sulla situazione dei servizi sanitari nelle zone terremotate. “Si tratta di un ulteriore modo per essere vicini alle persone in difficoltà” – ha detto l’assessore, rendendo anche noto che -“qualsiasi medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, guardia medica o specialista, convenzionati con il servizio sanitario regionale o dipendenti dello stesso, potranno effettuare prescrizioni di farmaci (solo medici di assistenza primaria e pediatri) e prestazioni specialistiche per i terremotati.

Nelle zone colpite dal sisma saranno inoltre attivati ambulatori specialistici con accettazione diretta, tutto questo mentre è stato istituito un numero di cellulare dedicato (346 4983281) a cui si potranno rivolgere i cittadini per chiedere informazioni e prenotare prestazioni ambulatoriali”.

Per quanto riguarda il quadro dei servizi sanitari l’assessore ha spiegato che “a Norcia è garantita l’emergenza territoriale con un’ambulanza del 118 presente 24 ore su 24 con medico, infermiere e autista, una postazione di pronto soccorso H24 con un infermiere e un medico per turno, continuità assistenziale giorno e notte anche nei festivi, attività ambulatoriali e specialistiche ad accesso diretto H12; a Cascia sono presenti una postazione H24 di primo soccorso con ambulanza 118 con medico, infermiere e autista, continuità assistenziale notturna e festiva con turno infermieristico, attività ambulatoriali H12 diurne e riabilitative diurne”.

“La situazione – ha evidenziato Barberini – è sotto controllo, i moduli sanitari avanzati allestiti subito dopo il sisma stanno fornendo risposte adeguate. A breve arriveranno una decina di prefabbricati per servizi di supporto, mentre diverse attività ambulatoriali verranno sistemate all’interno della parte agibile dell’ospedale di Norcia che sarà immediatamente riqualificata e organizzata in tal senso.

I medici di medicina generale della zona potranno contare su strutture mobili dove allestire gli ambulatori”. Entrambe le farmacie di Norcia risultano inagibili e, per il periodo dell’emergenza, i farmaci verranno distribuiti attraverso un armadio farmaceutico collocato nell’area dell’ospedale, mentre in seguito verranno allestite della ‘farmacie mobili’. La farmacia di Cascia – ha continuato l’assessore – risulta invece in grado di essere operativa con piccoli accorgimenti, ma verificheremo come organizzarne al meglio l’attività.

La Usl Umbria 2 sta inoltre predisponendo un programma specifico per le vaccinazioni antinfluenzali e obbligatorie”. Concludendo l’assessore Barberini ha informato che “le agende di prenotazione degli esami diagnostici e delle visite specialistiche nelle sedi sanitarie di Norcia e Cascia saranno riservate esclusivamente ai cittadini residenti nei comuni terremotati, con percorsi dedicati di presa in carico”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*