SPOLETO, LA STUPIDA BARBARIE CONTINUA: ASTORE FERITO

Astore ferito
Astore ferito
Astore ferito

(umbriajournal.com) SPOLETO – Questa mattina, verso le 9, il signor Novello Ricciarelli, residente a Bazzano Inferiore (Spoleto) ha osservato, nei pressi del pollaio sito in un terreno agricolo di sua proprietà, un grande uccello che svolazzava evidentemente incapace di prendere il volo. Accortosi che si trattava di un rapace lo ha catturato vivo e, in uno scatolone, lo ha portato presso la sede della USL 2, a Spoleto, affidandolo alle cure dei veterinari di servizio. Gli operatori sanitari hanno interpellato gli zoologi dell’Università degli Studi di Perugia al fine di identificare correttamente la specie di appartenenza del rapace. Si tratta di un Astore (Accipiter gentilis) di sesso maschile giovane dell’anno. Il malcapitato presenta una ferita con frattura ossea all’articolazione carpale dell’ala destra, procurata da un colpo con munizione spezzata di un fucile da caccia. Oltre a procurare all’animale un evidente stato di sofferenza e prostrazione, quella lesione gli impedisce completamente di volare.

Il giovane Astore, attualmente in cura e osservazione presso una struttura adeguata, sarà domattina condotto presso la Facoltà di Veterinaria dell’ Università degli Studi, dove i chirurghi tenteranno di ridurre la frattura e risanare la lacerazione inferta dallo sparo. L’Astore è un rapace diurno molto raro nella penisola italiana e specialmente in Umbria, protetto  da normative comunitarie, nazionali e regionali, evidentemente e regolarmente violate da una moltitudine di cacciatori italici e
umbri, visto che ogni anno, poco dopo l’apertura e per tutta la stagione venatoria, vengono abbattuti o irreparabilmente menomati molte migliaia di animali presuntivamente protetti. Si spera che la “catena di civiltà” iniziata con Ricciarelli e che finirà con i Chirurghi veterinari, possano salvarne almeno una di tali inerme vittime della barbarie venatoria.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*