Riconoscimento per il Presidio di volontariato dell’istituto “Leonardo Da Vinci”

PRESIDIO(UJ.com3.0) UMBERTIDE – L’istituto “Leonardo Da Vinci” ha ricevuto una menzione speciale per il progetto “A scuola di…volontariato” nell’ambito della VII edizione del Premio Buone Pratiche “Vito Scafidi” indetto dalla Scuola di cittadinanza attiva e realizzato con i Patrocini di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile, Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca, Ministero della Salute e Ministero della Gioventù.

Tre anni fa, all’interno dell’istituto umbertidese ,si è costituito il Presidio di Volontariato “Famo Nobis”, alimentato dagli annuali incontri con le associazioni di volontariato e dalla collaborazione con il Cesvol di Perugia.

Il Presidio organizza varie attività finalizzate a sostenere le associazioni di volontariato locale che vedono impegnati i ragazzi in relazione alle loro abilità e sensibilità, dall’organizzazione di tornei di calcetto al pranzo di fine anno, dalla raccolta fondi alle visite al centro anziani, dalla raccolta di giocattoli per la Caritas a quella del cibo per la colletta alimentare. Il Presidio, seppur supportato dai docenti, si muove in completa autonomia scegliendo le attività da svolgere e organizzando la divisione del lavoro, in modo da responsabilizzare chi ne fa parte e sensibilizzare tutta la scuola sulle tematiche del volontariato.

Proprio per la sua valenza formativa, l’iniziativa è stata scelta tra 120 progetti presentati e premiata con una menzione speciale con la seguente motivazione: “Il progetto si contraddistingue soprattutto per la forte soggettività e lo spirito di iniziativa che esprime il gruppo di ragazzi del presidio “Famo nobis”, veri cittadini attivi che dimostrano non solo una sensibilità particolare verso le persone svantaggiate ma anche la capacità di assunzione di responsabilità nell’organizzare e nel portare avanti attività concrete e strutturate di volontariato. Il logo del Presidio ideato, il video che esprime la loro visione del mondo, le foto di alcune delle attività realizzate, esprimono solo in parte la ricchezza di questa grande esperienza di vera umanità”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*