Quasi quattrocento persone per sostenere la Croce Bianca Perugia

Si è tenuta giovedì 7 dicembre l’annuale cena di beneficenza della Croce Bianca di Perugia, una realtà benefica che si dimostra sempre più presente e importante sul territorio perugino.

La Croce Bianca nasce sette anni fa, su iniziativa di alcuni volontari già abilitati e operanti nel settore sanitario, che grazie al riconoscimento da parte del sindaco e della sua amministrazione, hanno potuto dar vita a un’associazione volta all’assistenza socio-sanitaria in favore della popolazione del territorio perugino.

L’annuale cena di beneficenza si è dimostrata nel corso degli anni necessaria al sostentamento dell’associazione, che grazie alle donazioni dei partecipanti e degli sponsor ha potuto acquistare un’ambulanza di ultima generazione.

Ad affermarlo orgoglioso è stato il presidente in carica dell’associazione Croce Bianca, Claudio Consalvi: “La Croce Bianca, in questi sette anni, ha raggiunto numeri impensabili, sia dal punto di vista dei volontari che soprattutto dal punto di vista dei servizi che svolge, che ad oggi sono oltre 4500. L’associazione è giovane, ci stiamo ancora strutturando, stiamo facendo l’impossibile, ma siamo già riusciti a raggiungere un obiettivo importante, che è quello di avere un centralino che risponde 24 ore su 24”.

Ad attestare l’importanza della cena, oltre al numero elevato di partecipanti (quasi 400), il tavolo delle autorità, al quale erano presenti tra gli altri il sottosegretario al Ministero dell’Interno l’Onorevole Gianpiero Bocci, la senatrice Valeria Cardinali, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, l’assessore regionale Giuseppe Chianella e il consigliere comunale Erika Borghesi.

“Sono tante le persone che hanno contribuito a rendere la Croce Bianca una grande realtà – ha affermato l’Onorevole Bocci -, che si mette al servizio della comunità e di chi è in difficoltà. Siamo grati a chi si impegna per gli altri e sono onorato di essere qui, poiché oggi ci permettete di partecipare a una bella iniziativa. Certo, deve esserci anche l’impegno delle istituzioni. Il presidente Consalvi mi ha esposto la necessità di un parco automezzi, mi ha ricordato anche che ci sono alcuni problemi con le aziende sanitarie; mi impegno quindi a trovare delle soluzioni per ovviare a questi problemi”.

La senatrice Valeria Cardinali si è invece soffermata sull’importanza delle attività della Croce Bianca, rivolgendosi direttamente ai volontari: “Da anni conosco la Croce Bianca, e riconosco l’importanza delle attività che svolge. Ciò che serve a questa associazione, oltre alle risorse economiche, siete voi volontari, che svolgete e vivete il vostro compito come una missione”.

Il Sindaco Andrea Romizi ha invece dovuto rispondere a una richiesta molto importante avanzata dal presidente Consalvi, ovvero quella di avere una sede riservata alla Croce Bianca, che negli anni è cresciuta riuscendo anche ad assumere cinque dipendenti.

Romizi ha riconosciuto l’importanza dell’associazione e della richiesta avanzata e ha affermato: “La Croce Bianca è una realtà conosciuta e miracolosa, che ha avuto una bella crescita in pochissimo tempo. Con grande attenzione verificherò le possibilità di garantirvi una sede, nonostante i tempi non siano semplici in termini di bilancio finanziario. Ci tengo comunque a ringraziare i volontari, che ogni giorno si spendono al servizio degli altri, e gli organizzatori di questa bellissima iniziativa”.

La serata è proseguita con la consegna dei diplomi ai nuovi volontari di quest’anno, consegnati direttamente dalle autorità.

L’iniziativa si è poi conclusa con un incasso decisamente positivo di 9.280€, derivato dalle donazioni degli sponsor e dalle quote di partecipazione alla cena di beneficenza. Un ricavato che sarà destinato all’acquisto di un mezzo di trasporto sanitario.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*