Presentato a Gubbio il centro diurno “Arboreto”

È stato presentato a Gubbio il nuovo centro diurno socio riabilitativo educativo “Arboreto”, struttura adibita ad accogliere persone diversamente abili adulte e gestita dalla cooperativa perugina Nuova Dimensione.  Una mattinata importante e ricca di significato, che ha visto la presenza di numerose istituzioni locali e del territorio limitrofo. A capeggiare la folta rappresentanza, il Sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, accompagnato dai sindaci e dagli assessori della zona sociale 7, dal Presidente della conferenza di zona, Roberto Morroni, dal vice presidente, nonché sindaco di Sigillo, Riccardo Coletti, dalla vice sindaco del comune di Scheggia e Pascelupo, Chiara Filippini e dall’assessore ai servizi sociali del comune eugubino Rita Cecchetti.  A fare gli onori di casa è stato Massimo De Giorgi, responsabile del centro, che ha esordito ricordando lo spirito di questa iniziativa: “Arboreto nasce per fornire agli ospiti i classici servizi laboratoriali ma il pensiero primario è quello di proiettare tutto ciò anche all’esterno. Il nostro progetto è quello di integrare all’assistenza classica un’idea di riabilitazione che passa attraverso la cura assistenziale mirando al superamento degli elementi sociali invalidanti”. La struttura, che al momento ospita dieci persone e che può arrivare ad un massimo di quindici, è in funzione già dalla metà di febbraio, in via dell’Arboreto, 64 a Gubbio ed è aperta dal lunedì al venerdì con orario 8.30-16.30. Si occuperà di laboratori di cucina, grafico-pittorici, decoupage ed informatica, oltre che di uscite sensoriali o a scopo puramente didattico. Marilena Verzini, socia di Nuova Dimensione, ha seguito direttamente l’organizzazione e la scelta dell’equipe del centro, tutti dipendenti della cooperativa. L’impresa collettiva perugina ripropone a Gubbio la stessa positiva esperienza lavorativa e assistenziale, che da anni sta portando avanti nel territorio perugino e più precisamente al centro diurno “San Giuseppe”. “Non sarà un progetto circoscritto”, questo è emerso dalle parole di Paola Sensi, Presidente di Nuova Dimensione, che ha sottolineato la felicità per la nuova “creatura”: “Accettiamo questa sfida di misurarci in un nuovo territorio. Vogliamo creare uno spirito di collaborazione ed una sinergia con le altre associazioni perché si può arrivare lontano solo camminando insieme”. Dello stesso avviso il sindaco eugubino Stirati: “Accolgo con grande soddisfazione la grande capacità di gestire il sociale come esaltazione della dignità delle persone. Dal punto di vista logistico è un punto strategico in quanto vicino alla città in modo da garantire attività socio culturale. La disponibilità del Comune ci  sarà sempre per questo nuovo “cuore pulsante”. E dopo la benedizione di rito del Vescovo di Gubbio, Monsignor Mario Ceccobelli, chiusura con le parole della Dottoressa Annarita Comodi, Direttrice del Distretto dell’Alto Chiascio: ”La struttura entra in un circuito di centri all’interno del territorio. I progetti in termini di riabilitazione saranno verificati da varie figure professionali che mireranno al mantenimento di una vita quotidiana più vicina possibile alla normalità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*