Parco giochi presto dedicato al piccolo Michele scomparso per malattia

San Martino in Campo di Perugia ricorda così il bambino

Parco giochi presto dedicato al piccolo Michele scomparso per malattia

Parco giochi presto dedicato al piccolo Michele scomparso per malattia

Perugia, 18 luglio – La commissione toponomastica del Comune di Perugia si è riunita lunedì 17 luglio approvando varie pratiche. Tra queste quella proposta dal vicepresidente, Carmine Camicia, di intitolare il parco giochi di San Martino in Campo, a Perugia, a Michele, bimbo di soli 11 anni prematuramente scomparso qualche anno fa a causa di una grave e rara malattia. La richiesta di intitolare il “Parco giochi Michele” è arrivata su segnalazione degli stessi cittadini della frazione perugina. “Proprio in quell’occasione le mamme di San Martino in Campo si costituirono in un comitato – ricorda il consigliere comunale Camicia – e chiesero all’amministrazione comunale di intitolare l’area dedicata ai più piccoli a Michele, senza citare il cognome.

L’intenzione, infatti, è quella di ricordare tutti i bambini che non hanno potuto completare il loro percorso di vita verso la maturità perché interrotto da avverso destino”. Approvata anche la pratica, sempre su proposta del vicepresidente della commissione Camicia, per l’intitolazione del parco santa Margherita (da via delle Briglie di Braccio che porta all’Università per Stranieri del capoluogo umbro) a Giorgio Spitella, prorettore dell’ateneo e sottosegretario del governo Giulio Adreotti.

Hanno ricevuto parere favorevole anche l’intitolazione della rotatoria in via della Pallotta (accanto la Casa dell’amicizia Seppilli), ad Alessandro Seppilli, già sindaco socialista di Perugia, una strada di Ponte Felcino a padre Arsenio Ambrogi, devoto di Madre Speranza, mentre l’area verde di Ponte Felcino, in onore al parroco inventore si chiamerà “Don Remo Palazzetti”.

I componenti della commissione si sono espressi a favore anche per due rotatorie, in entrata e in uscita dalla galleria Kennedy: una sarà intitolata al compositore e trombettista statunitense jazz Miles Davis, l’altra a Gil Evans, arrangiatore, direttore d’orchestra, pianista e compositore canadese. Una scelta quest’ultima per rendere omaggio a Umbria Jazz. Infine, onore anche ai tre fratelli Menicucci, Giuseppe, Alfredo e Liborio, con una rotatoria situata a Strozzaccaponi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*