Parcheggi all’ospedale di Perugia? Non si trovano nemmeno col binocolo

La situazione è diventata insostenibile. Occorrono soluzioni

Parcheggi all'ospedale di Perugia? Non si trovano nemmeno col binocolo

Parcheggi all’ospedale di Perugia? Non si trovano nemmeno col binocolo

PERUGIA – «Ospedale Santa Maria della Misericordia a Perugia. Lunedì mattina, tutti i parcheggi a disposizione occupati e auto parcheggiate ovunque: sui marciapiedi, al centro dei parcheggi, lungo le strade, in curva, ai bivi, alle rotonde, in campi sterrati. Venti minuti di ricerca per trovare un posto lontanissimo in una stradina sterrata e dentro una pozzanghera. Poi minuti e minuti a piedi per raggiungere l’ingresso principale. E ancora, ancora minuti e minuti a piedi tra vie, piazze, incroci, colori, scale, ascensori. Avete chiuso i piccoli ospedali per catapultare mezza Umbria dentro questo mostro mastodontico? Ma una persona che non sta bene o una persona anziana deve morire per farsi curare?». Lo scrive su Facebook in un post Maria Cristina Cristini. E poi continua: «La situazione è diventata insostenibile. Occorrono soluzioni (altri parcheggi e navette?) di cui l’azienda sanitaria, gli enti locali, la politica devono farsi carico».

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*