Ospedale di Perugia, ora pure i parcheggi a pagamento…

Sulla vicenda interviene Carla Spagnoli, Presidente onorario del Movimento per Perugia

‹‹Attualmente ci sono circa cento corse al giorno da e per l’ospedale che in buona parte risultano vuote. Ecco perché, con una serie di eccezioni, è necessario “penalizzare” chi arriva al Santa Maria in macchina›› (Leonardo Naldini, Dirigente comunale alla mobilità). ‹‹L’amministrazione comunale è favorevole a una scelta di questo tipo che aumenterebbe l’utilizzo degli autobus›› (Cristiana Casaioli, assessore alla Mobilità di Perugia). ‹‹L’Azienda Ospedaliera è perfettamente d’accordo sul fatto che sia giunto il momento di trasformare i posteggi a pagamento. Su questo il Direttore Generale Walter Orlandi non ha alcun dubbio›› (Ingegner Marco Ercolanelli, in rappresentanza del Direttore Orlandi)… Queste sono state le dichiarazione fatte in Commissione Urbanistica da autorevoli rappresentanti del Comune e dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia sulla sciagurata proposta di introdurre le strisce blu a pagamento nei parcheggi dell’ospedale, un’ipotesi che ha subito suscitato la rabbia e l’indignazione dei cittadini e degli operatori sanitari… Ora tutti fanno a gara nel fare marcia indietro e nel dissociarsi dalla proposta, tanto che sulla questione è intervenuto persino l’assessore Prisco per smentire la collega Casaioli e il dirigente Naldini e dire che non è questa l’intenzione della giunta comunale!

L’immancabile Direttore Orlandi, sempre presente sui giornali e sulle tv locali, si è affrettato a dichiarare che “l’idea di far pagare il posteggio l’abbiamo abbandonata da tempo”: Direttore Orlandi, perché allora il suo rappresentante in Commissione Urbanistica ha detto il contrario? Forse non sapeva che cosa avrebbe detto Ercolanelli, che ha parlato a nome della sua Azienda Ospedaliera? O forse l’Ingegner Ercolanelli ha parlato a titolo personale? Questo è impossibile, visto il suo ruolo di rappresentanza…

L’idea di far pagare i parcheggi all’ospedale è assurda, vergognosa e incivile: la gente che si reca in ospedale ci va per necessità, non per fare una “scampagnata” e di certo non bastano le scuse della “sosta selvaggia” o dell’incentivo all’uso degli autobus per giustificare questa ennesima e odiosa “tassa mascherata” a danno degli umbri! La decisione finale comunque dovrebbe spettare ai vertici dell’ospedale, visto che gli spazi sono di sua proprietà: cosa deciderà Orlandi, una volta passate le elezioni? Temiamo che queste repentine marce indietro siano soltanto dichiarazioni di facciata dettate dalla campagna elettorale: infatti, se la Marini verrà rieletta Walter Orlandi sarà quasi sicuramente il prossimo assessore alla sanità… Il rischio concreto è che i parcheggi a pagamento all’ospedale verranno fatti subito dopo le Regionali! Cari umbri il 31 maggio, quando andrete a votare, pensateci bene a chi dare il vostro voto…

Carla Spagnoli

Presidente onorario del Movimento per Perugia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*