Morta, a 103 anni, Elena Benvenuti

Era nata a Lucca, il 16 settembre 1912. Studentessa universitaria a Pisa, presso la Facoltà di Lettere, conobbe Binni nel 1932 alle lezioni dell'italianista Attilio Momigliano

Erika Borghesi, Comune Perugia ricordi Elena Benvenuti Binni
Elena Binni

Morta, a 103 anni, Elena Benvenuti

Scomparsa, a 103 anni, Elena Benvenuti, compagna di una vita del critico e politico perugino Walter Binni. I funerali oggi alle 15.30 presso la chiesa di Casaglia. Sarà tumulata al Cimitero monumentale di Perugia, nella tomba di famiglia, insieme al suo Walter

Era nata a Lucca, il 16 settembre 1912. Studentessa universitaria a Pisa, presso la Facoltà di Lettere, conobbe Binni nel 1932 alle lezioni dell’italianista Attilio Momigliano. Dal 1933 iniziò questa profonda relazione d’amore con Walter, di cui sarebbe stata la compagna di tutta una vita. Si sposarono nel gennaio del 1939, stabilendosi a Perugia, dove Binni insegnava all’Università per Stranieri. Dopo la Liberazione, fu eletta per il Partito socialista nel primo consiglio comunale di Perugia, mentre Binni fu eletto deputato socialista all’Assemblea Costituente.

La coppia visse a Perugia dal 1939 al 1948, gli anni dell’antifascismo, della guerra, della Resistenza e della Costituente. Furono sodali del filosofo nonviolento Aldo Capitini. Fu Binni a scrivere l’epitaffio sulla tomba del filosofo, definendone le caratteristiche di “laico religioso, rivoluzionario nonviolento”.

Dopo la morte del marito, avvenuta nel 1997, Elena si era dedicata all’ordinamento del suo archivio. La sua biblioteca di studioso (15.000 volumi) è stata donata, per sua volontà, alla Regione Umbria, per essere collocata nella Biblioteca comunale Augusta di Perugia, dove oggi si trova, finalmente catalogata.

Il lavoro più impegnativo ha riguardato l’archivio, che oggi si trova in gran parte presso l’Archivio di Stato di Perugia: lettere (più di 14.000), fotografie, documenti. Con i figli Francesco e Lanfranco Elena stava ancora ordinando gli ultimi materiali.

A proposito delle amicizie perugine, Elena ci aveva dichiarato: “È indelebile il ricordo di tanti amici: Aldo Capitini, Bruno e Maria Enei, Ilvano e Marisa Rasimelli, Maria Schippa, Piera Brizzi, Alberto e Renata Apponi, Remo e Clara Mori… L’elenco sarebbe lunghissimo, di una straordinaria varietà umana ed esistenziale”.

Da alcuni anni, Elena Benvenuti viveva in Toscana, nella campagna lucchese, con il figlio Lanfranco e la nuora Tiziana. Nel 2012, ormai centenaria, ha trascritto le lettere di Binni a Luigi Russo, per la pubblicazione del Carteggio 1934-1961 tra i due grandi italianisti.

Elena, come il figlio Lanfranco, apprezzava le iniziative culturali poste in essere dalla nostra Associazione, allo scopo di tener viva la memoria e i meriti dei nostri concittadini.

Lanfranco Binni, da noi invitato, è intervenuto al Teatro Morlacchi, insieme al filosofo Mario Martini, per parlare del rapporto di amicizia e collaborazione esistito tra suo padre e Aldo Capitini, filosofo della nonviolenza, dell’omnicrazia (potere di tutti) e della compresenza. Valori fondanti di una società che aspiri a divenire “liberata e fraterna”.

L’Accademia del Dónca è vicina al dolore dei figli Francesco e Lanfranco.
I funerali oggi, alle 15.30, presso la chiesa di Casaglia. La salma sarà tumulata al Cimitero monumentale di Perugia, nella tomba di famiglia, insieme al suo Walter.

Morta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*