Magione: La Misericordia incontra le associazioni del territorio per definire compiti e funzioni

da dx Dolciami, Rigucci, Alunni(umbriajournal.com) MAGIONE – Promosso dalla Misericordia di Magione un incontro con le Pro Loco e le associazioni ricreative e culturali del territorio in cui i rappresentanti della Confraternita hanno definito le funzioni che i volontari della Protezione Civile possono assolvere in occasione degli eventi. Il presidente della Misericordia, Roberto Dolciami, davanti ad una platea costituita da rappresentanti di tutte le associazioni invitate, nel portare i suoi saluti, ha ricordato la grande disponibilità a supportare con mezzi e personale le iniziative che vengono svolte nel territorio. «Come Misericordia – ha dichiarato – cerchiamo sempre di andare incontro alle esigenze degli organizzatori e, anche se a volte le iniziative si sovrappongono, riusciamo a dare il nostro contributo grazie alla collaborazione con altre consorelle. Altra questione è la nostra attività come Protezione Civile dove siamo tenuti a rispettare una legislatura molto rigida in materia»

Sulla legislatura che regola le attività della protezione Civile sono intervenuti il segretario, Fabrizio Alunni, il consigliere responsabile della sicurezza, Filippo Rigucci. Nello specifico i due rappresentanti hanno spiegato le motivazioni per cui i volontari della protezione civile non possono assolutamente svolgere attività attinenti all’ordine pubblico e sicurezza, quali ad esempio dirigere il traffico, pena l’espulsione. Sono definiti da protocolli d’intesa, come quello che la Misericordia di Magione ha stipulato con il Comune, i casi in cui questa può intervenire.

«La legge – hanno spiegato – vieta alle associazioni di Protezione Civile lo svolgimento di attività diverse da quelle “volte alla previsione prevenzione delle varie ipotesi di rischio, al soccorso delle popolazioni sinistrate ed ogni altra attività necessaria ed indifferibile diretta a superare l’emergenza connessa agli eventi”. Pertanto l’associazione non può svolgere attività attinenti all’ordine pubblico ed alla sicurezza. Possiamo intervenire solo in casi eccezionali, come definito nel protocollo d’intesa che è stato siglato con il Comune di Magione, previa richiesta scritta del Comandante dei Vigili Urbani o del responsabile area lavori Pubblici. Continueremo invece, come abbiamo sempre fatto, a garantire ambulanze con personale a bordo in occasione degli eventi che lo richiedono»

Nell’occasione il consiglio ha comunicato che a gennaio arriverà la nuova ambulanza «Un notevole impegno economico – ha fatto sapere il presidente Dolciami – possibile grazie alla generosità di tanti concittadini.»

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*