La morte della Famiglia

Formazione per Genitori - For.Gen. al via un corso a Perugia
Formazione per Genitori

da Eleonora Favaroni
Apro il giornale di oggi giovedi 25 giugno 2015 e tra le varie notizie leggo un paragrafetto:
“La famiglia rimane il pilastro fondamentale e irrinunciabile del vivere sociale “; così il Cardinale arcivescovo di Perugia Bassetti afferma pubblicamente annunciando che questo sarà il tema della xiv esima assemblea del prossimo Sinodo . Continuando poi il discorso , il cardinale si sofferma sulle “ferite” che affliggono la famiglia odierna causate dalla corruzione sociale e difficoltà economiche, Le solite tipiche ormai arcinote vecchie giustificazioni tra l’altro poco attendibili e superficiali di tanta demagogia e ideologia corrente.

Irritante e ipocrita : certo che stride davvero molto questo articolo con quello di cronaca della pagina precedente riportato dallo stesso Giornale dove un “normale nonno di famiglia” ha molestato l’amichetta della nipotina e forse chissà anche la nipotina stessa. E stridono ancora tanto le parole di monsignor Bassetti e di tutti coloro, purtroppo tanti, che la pensano come lui , dinnanzi a tutte le altre notizie che ultimamente in maniera pressante riportano casi di violenza sessuale o abuso e maltrattamento proprio dentro le case di famiglie normali, la famiglia borghese italiana, il nucleo sociale primario come descritto nella nostra Costituzione “ la famiglia come società naturale fondata sul matrimonio “ cui seguono la serie dei diritti e doveri tra i suoi membri. Proprio per questa sua costruzione – costrizione istituzionale e sociale, spesso la famiglia in realtà si rivela carica di violenza , rancore e crimini segreti già dalla sua nascita:” la famiglia può essere vita o morte o fuga “ ha detto David Cooper.

Tra le ultime pagine del Giornale invece trovo delle altre argomentazioni sullo stesso tema, ma che davvero appaiono palesemente tanto diverse rispetto a quelle dell’opinione ecclesiastico- statale e molto più profonde , complete e condivisibili agli occhi e alla mente di chi sa davvero pensare e vedere ;sono le parole da applaudire pronunciate da un altro esponente della Chiesa cattolica, Papa Francesco che con enfasi è duro e irremovibile quando afferma sicuro che in caso di violenza domestica i coniugi hanno “ il dovere morale di separarsi”, e che i “ bambini, i figli , non devono diventare ostaggio dei genitori violenti o che perdono la testa, perché le ferite dell’anima dei bambini sono insanabili, parliamo tanto di disturbi comportamentali o salute psichica : ma cos’è la ferita dell’anima? Quando gli adulti fanno del male , l’anima del bambino soffre ferite che lasciano il segno per tutta la vita”.
Niente da aggiungere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*