Giornata di presentazioni per la residenza “Santa Geltrude” di Sant’Enea

Su il sipario sulla residenza protetta “Santa Geltrude” di Sant’Enea. Martedì 19 maggio la struttura che accoglie le esigenze assistenziali di ben ventiquattro anziani si è aperta ad un incontro con le istituzioni locali, per mostrare le diverse funzionalità che la caratterizzano. Da novembre 2014 è efficientemente gestita dalla società “Madre Colomba”, nella figura dell’amministratore Carmine Polcaro e dopo essere stata accreditata, sta avviando il percorso per il convenzionamento con la Usl. Per quanto riguarda il personale, infermieri, fisioterapisti e animatori, “Santa Geltrude” si avvale della collaborazione della cooperativa Nuova Dimensione di Perugia. Un rapporto iniziato nel 2012 e che è proseguito visto l’alto livello di professionalità e competenza messi in campo dagli stessi operatori. La giornata di presentazione della struttura, si è rivelata anche un’occasione di svago e convivialità per gli anziani presenti. Dopo i saluti istituzionali, c’è stato infatti spazio per i canti dell’associazione Pian di Massiano,  “Il Cantamaggio”, diretti dal maestro Maurizio Vignaroli.
“Tra le nostre priorità – ha precisato il l’amministratore della struttura, Carmine Polcaro – c’è quella di ottenere il convenzionamento con la Usl. La nostra gestione è recente, siamo subentrati da pochi mesi. Il punto di partenza è buono, ma la mia intenzione è quella di tendere al miglioramento e all’innalzamento della qualità del servizio offerto. Grande attenzione al concetto di relazione che cura: un approccio che metta al centro la persona affetta da demenza. Il nostro personale non deve limitarsi ad accudire, ma deve accompagnare a vivere fino all’ultimo istante le persone residenti nell’ultima fase della loro vita, caratterizzata dal difficile percorso della malattia.  Per fare questo, so di poter contare sul prezioso contributo del Dott. Menculini e della coordinatrice Oss Orietta Margutti, sulla collaborazione della cooperativa Nuova Dimensione e del proprio personale qualificato”. Parole di soddisfazione, per il rapporto creatosi, sono state espresse anche dalla Presidente di Nuova Dimensione, Paola Sensi.
“L’incontro tra Nuova Dimensione e la Società Madre Colomba è l’esempio di come due realtà che non si conoscevano, provenienti anche da regioni differenti e con una storia diversa, possano iniziare e portare avanti una proficua collaborazione, mettendo in sinergia le proprie competenze e avendo un obiettivo in comune. La finalità che ci unisce è la qualità del servizio offerto alle persone residenti e alle famiglie della struttura”. Delle realtà del genere in ambito assistenziale non possono che ricevere la “benedizione” della politica locale, presente alla giornata con l’Assessore ai servizi sociali del Comune Perugia, Edi Cicchi. “Il Comune, le istituzioni, hanno il compito di accompagnare le strutture come la residenza Santa Geltrude, affinché le famiglie e gli anziani possano usufruire di servizi che garantiscono qualità e professionalità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*