“DONARE FA BENE”

(UJ.com3.0) PERUGIA – Disegni, foto, graphic art. Con l’obiettivo di promuovere la donazione di sangue tra le giovani generazioni e arrivare, a Perugia, a 6.000 donazioni di sangue nel 2013, l’Avis ha promosso un concorso patrocinato dal Comune al quale hanno partecipato studenti delle scuole medie e superiori, e le relative scuole di appartenenza.

I vincitori sono stati premiati questa mattina dall’assessore allo Sport Ilio Liberati durante una cerimonia che si è svolta alla Sala della Vaccara e alla quale hanno partecipato l’attuale presidente Avis comunale di Perugia, Fabrizio Rasimelli, e la precedente presidente, Vania Battistoni.

L’assessore Liberati ha riconfermato “l’obiettivo e l’impegno, già a suo tempo condiviso con l’associazione, di promuovere ogni attività, anche di livello istituzionale, per il raggiungimento delle 6.000 donazioni, partendo oggi da un numero già notevole, che si aggira sulle 5.500, a dimostrazione della generosità dei perugini”. L’assessore ha ricordato l’importanza per proficuo rapporto tra la città e l’Avis che rientra anche nel progetto più ampio della candidatura di Perugia – Assisi a capitale europea della cultura per il 2019. L’Assessorato allo Sport, inoltre, si è già reso disponibile, ed alcuni progetti sono già stati attivati, a collegare ogni iniziativa sportiva perugina alla promozione delle attività Avis.

I nuovi “ambasciatori” Avis (così definiti da Liberati e Rasimelli) premiati questa mattina, sono gli studenti delle scuole superiori che hanno ricevuto ciascuno, dal 1° al 5° premio, diploma e buoni acquisto da 500 euro in giù; mentre i sei vincitori delle medie di primo grado hanno ricevuto, oltre al diploma, 100 euro di buoni acquisto a testa. Le scuole vincitrici – le medie di I grado G. Pascoli e Berardino di Betto e quella di secondo grado Ipsia Cavour – hanno ricevuto un diploma e un buono acquisto pari a 500 euro a testa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*