DAL MONDO DELLA COOPERAZIONE IDEE E RIFLESSIONI SUI CAMBIAMENTI SOCIALI

cosmonauti_nel_sociale_2(Uj.com 3.0) PERUGIA – L’universo del sociale è composto da una serie di sfaccettature unite da un unico e condiviso filo conduttore: l’attenzione alla persona, il prendersi cura dell’altro, l’ascolto dei bisogni. Una moltitudine di associazioni, realtà (dalla cooperazione al volontariato), è abituata ad ascoltare nel tentativo di dare risposte. Il secondo evento del ciclo di incontri “Ri-evoluzione Welfare”, intitolato “Cosmonauti nel sociale”, ha voluto dare voce a questo universo così ricco ed importante per il tessuto territoriale e comunitario, ma che non sempre ha la possibilità di mettersi in luce. Attraverso video, interventi e contributi, il mondo del welfare è stato raccontato dai suoi stessi protagonisti. L’incontro, promosso dal Comune di Perugia in collaborazione con i Consorzi di cooperative sociali, Abn, Auriga e Moltiplica, si è tenuto venerdì 28 febbraio presso la sala “Sant’Anna” a Perugia, alla presenza del Sindaco Wladimiro Boccali, dell’assessore comunale Andrea Cernicchi e di un nutrito pubblico. “La civiltà di una città – ammette lo stesso Boccali – si misura anche dalla capacità di accogliere i più deboli. Spesso certi servizi rimangono sotto traccia e queste occasioni sono il modo migliore per rendere visibili e creare un senso di orgoglio in chi li offre e in chi li sostiene, visto che rappresentano una voce importante del bilancio comunale”. Momenti di riflessione e condivisione importanti anche per le stesse cooperative, come sottolinea Carlo Di Somma del Consorzio Moltiplica. “Queste giornate, per noi che lavoriamo nel sociale, sono una boccata di ossigeno e di entusiasmo. Avevamo bisogno di fermarci un attimo per ricaricarci dopo un periodo difficile, legato chiaramente alla crisi economica. Il welfare non è un costo ma una forma di sviluppo”. Operare nel sociale significa adattarsi ad una società che cambia continuamente. “Il titolo dell’incontro – precisa la Presidente del Consorzio Auriga, Edi Cicchi – non nasce a caso. I cosmonauti del sociale devo avere attitudini al cambiamento e sforzarsi anche di prevedere il cambiamento stesso”. Un modo per prepararsi al futuro, in una città come Perugia proiettata a mutazioni importanti sul piano sociale. “Non siamo qui per autocelebrarci – dichiara Roberto Leornardi del Consorzio Abn – ma per capire come cambierà il nostro territorio nei prossimi vent’anni. Per il futuro c’è bisogno di idee, non su una base competitiva, ma cooperativa”. Nell’ottica di capire cosa accadrà domani e come prepararsi ad ulteriori cambiamenti, ha assunto particolare rilevanza la ricerca “Atlante 2020”, presentata e a cura di Vincenzo De Bernardo, di Federsolidarietà-Confcooperative. Nel corso del pomeriggio sono stati dedicati due momenti di riflessione su “Orizzonti di solidarietà” e “Pianeti di economia civile: esperienze di investimenti nella comunità”. Si è parlato anche di educazione e invecchiamento, di contrasto al disagio sociale e di laboratori per disabili, di servizi sociali ed esperienze di volontariato. La giornata si è conclusa con un aperitivo culturale, con la visita alla mostra, “Perugia in cammino, storie che fanno la storia”. L’ultimo appuntamento con il ciclo di incontri “Ri-evoluzione Welfare” è in programma giovedì 6 marzo presso la “Sala de Notari” a Perugia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*