Primi d'Italia

Dal Lussemburgo un aiuto concreto per il Comune di Cascia

Continua a marciare spedita la macchina della solidarietà in favore delle zona terremotate dell’Umbria. L’ultimo gesto in ordine di tempo è arrivato dal Lussemburgo, dove la comunità italiana, sotto la guida delle associazioni regionali di Friuli, Marche, Umbria, Basilicata, Campania e Abruzzo (le regioni colpite dai terremoti in passato), con il sostegno del Comites (Comitato italiani all’estero), ha deciso di organizzarsi per sostenere le popolazioni colpite, predisponendo una raccolta fondi. Per garantire la massima trasparenza e controllo le realtà aderenti all’iniziativa hanno fondato l’asbl “Séisme Italie Centrale”. Il progetto ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Camera dei deputati Mars Di Bartolomeo e dell’Ambasciata italiana in Lussemburgo. Una recente visita nel Granducato da parte del Vice Presidente della Provincia di Perugia, Roberto Bertini, ha avviato i contatti tra l’istituzioni umbre e l’associazione lussemburghese. Primo destinatario degli aiuti è stato il comune di Cascia, che nel pomeriggio di lunedì 8 maggio si è visto consegnare a Perugia, presso la concessionaria Piaggio “Ciao Motori”, un Porter Maxi Gpl ribaltabile da inserire nel parco mezzi a disposizione dell’ente. All’evento, oltre al primo cittadino Gino Emili, hanno preso parte il già citato Roberto Bertini, Marcello Moretti, amministratore di “Séisme Italie Centrale” e i rappresentanti delle aziende Ciao Motori, Stefano Placido e Bardahl, Jean Panizzi, che hanno voluto contribuire alla donazione, dotando il mezzo del necessario per la manutenzione ordinaria (olio, filtri e accessori) in vista dei primi centomila chilometri. “E’ sempre una grande emozione – ha dichiarato il Sindaco di Cascia, Emili – ricevere un dono per la tua città e soprattutto in questi momenti così difficili. Essere nel cuore e nella mente di concittadini che hanno lasciato la nostra terra per ragioni di lavoro, fa ancora più piacere. Come sta Cascia? Stiamo reagendo, ma ci vorrà tempo. Chi ha perso la casa ancora non l’ha riavuta e il fatto che sia calato notevolmente il movimento turistico non aiuta a tirare su il morale. Domenica si è vista un po’ di ripresa, ma servono delle politiche mirate per riattivare il meccanismo economico, con incentivi alle imprese e la possibilità di ricreare posti di lavoro”. Nell’attesa che Cascia e tutte le realtà colpite dal sisma del 2016 si rialzino, in Lussemburgo prosegue l’attività per raccogliere fondi. La Séisme Italie Centrale si è posta l’obiettivo di raggiungere quota centomila euro e di andare ad aiutare anche qualche comune di Marche, Lazio ed Abruzzo. “Dopo tanti eventi organizzati – ha precisato Marcello Moretti, amministratore dell’associazione benefica lussemburghese – siamo arrivati ad un progetto concreto grazie alla collaborazione del Vice Presidente Bertini, che ci ha aiutato ad individuare un soggetto, in questo caso il Comune di Cascia e a seguire tutto l’iter. In Lussemburgo c’è grande attenzione rispetto a come vengono investiti i fondi raccolti e per questo ci preoccuperemo subito di far conoscere tutti i dettagli di questo primo aiuto”. L’esigenza di arrivare diritto ai destinatari ha trovato nella Provincia di Perugia un valido alleato. “Quando sono andato in Lussemburgo – ha ammesso il Vice Presidente Roberto Bertini – ho toccato con mano questa necessità da parte dei nostri connazionali e così mi sono messo subito in contatto con il Sindaco Emili per far pervenire il sostegno al territorio di Cascia. Questo è un bel esempio di come anche le istituzioni locali possono dare un contributo importante per consentire l’arrivo di aiuti concreti e diretti”. Il resto lo ha fatto la Ciao Motori di Perugia, elevandosi rispetto al ruolo di semplice intermediario nella vendita e coinvolgendo un’azienda importante come Bardahl per rendere ancora più utile e duraturo l’aiuto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*