Consultorio Magione: mamme e papà sostengono l’allattamento al seno

MAGIONE  – Il sostegno all’allattamento al seno, portato avanti da anni dal gruppo di lavoro del consultorio di Magione, con la presenza nella struttura di una sala per l’allattamento e di iniziative di supporto alle mamme e ai papà; ha da oggi un ulteriore alleato grazie al nuovo tiralatte elettrico acquistato con fondi reperiti dai genitori che frequentano il centro stesso. Tra le varie iniziative organizzate per acquistare lo strumento, costato duemila euro, anche un calendario che li ha visti protagonisti negli scatti realizzati dalla fotografa Lilia Kappa.

La donazione del tiralatte è avvenuta con una festa a cui hanno partecipato, oltre alle mamme i papà e i bambini; la direttrice del distretto del Trasimeno, Simonetta Simonetti; il responsabile del centro di salute Trasimeno nord, Giorgio Fuso; la responsabile del consultorio Marina Toschi; i sindaci di Magione e Corciano, Giacomo Chiodini e Christian Betti; l’assessore ai Servizi sociali, Eleonora Maghini e il consigliere di maggioranza, Giancarla Sordi; la coordinatrice ostetrica al servizio di sostegno all’allattamento, Anna Mortali.

Con il nuovo strumento il centro, in cui vengono organizzati corsi di accompagnamento alla nascita, sostegno all’allattamento e allo svezzamento; sarà in grado di consentire l’allattamento con latte materno anche in quei casi in cui non può avvenire come previsto: talvolta per mancanza di tempo o per problemi di incompatibilità con la poppata. In questi casi è necessario ricorrere a metodi alternativi in cui diventa fondamentale l’uso del tiralatte.

La necessità e l’importanza del lavoro svolto nel centro di salute, per il quale il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, ipotizza anche un aumento degli spazi a disposizione con la cessione dell’area attualmente occupata da una parte degli uffici comunali; è stato sottolineato nei diversi interventi. I due primi cittadini hanno ribadito la volontà di lavorare in sinergia per portare avanti progetti comuni. Dalle operatrici del consultorio la volontà di incrementare il servizio “contando sul supporto di dirigenti e amministratori” e mettendo in moto, già nella stessa giornata, una raccolta fondi per l’acquisto di un biofeedback per la riabilitazione del pavimento pelvico.

All’iniziativa hanno portato il loro contributo gli operatori del progetto “in vitro” con momenti di lettura per i bambini presenti; gli operatori del centro di salute mentale di Magione con i lavori fatti durante i laboratori e Elena De Lorenzi i cui prodotti, realizzati a mano, finanziano in parte il “Parco dei Gatti” di Ponte San Giovanni.

INTERVISTA A MARINA TOSCHI RESPONSABILE CONSULTORIO:

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*