Con “Peter Pan” lo sport è alla portata di tutti

Pari tra Viareggio e Gubbio, il derby va al Foligno, Spoleto perde

Lo sport come strumento ideale per uscire dalla quotidianità ed abbattere le barriere della disabilità. Ad Umbertide il calcio e la pallavolo sono diventati accessibili anche per le persone con problematiche psichiatriche, grazie alla meritoria opera dell’associazione “Peter Pan”. Nata nel 2002, per volere di alcuni operatori della comunità terapeutica “Torre Certalda” di Umbertide, con l’importante sostegno logistico e burocratico della Cooperativa Asad, “Peter Pan” nel corso degli anni ha messo in piedi una valente formazione di calcio integrata (formata da pazienti ed utenti della struttura terapeutica), che ha varcato i confini nazionali partecipando a tornei in Germania, ad un campionato europeo in Spagna e ad una manifestazione intercontinentale in Argentina. Il supporto di Asad è stato fondamentale anche per allargare il raggio d’azione a livello regionale della stessa associazione. Sono nate infatti delle importanti collaborazioni nei territori di Gubbio, Bastia Umbra e Città di Castello, cittadina quest’ultima dove è sorto uno stretto legame con un’altra cooperativa sociale, “La Rondine”. Il successo ottenuto attraverso il calcio, che ha visto più volte la partecipazione al campionato regionale organizzato dall’Ampis, ha indotto gli organizzatori ad allargarsi anche ad altre discipline. Una su tutte, la pallavolo: che è diventata lo strumento di attrazione per coinvolgere utenti e pazienti di sesso femminile.  Tra le figure di spicco di “Peter Pan” merita sicuramente una citazione Simone Stinchi, operatore della struttura “Torre Certalda” e tra i padri fondatori dell’associazione. “Da otto anni ricopro con grande soddisfazione la carica di Presidente – ammette lo stesso Stinchi – dopo quattro da vice. Quella che abbiamo creato, con il contributo di tante persone, è una realtà meravigliosa, che continua ad operare nel territorio per sensibilizzare sui temi legati alla disabilità mentale e all’importanza dell’integrazione tra normodotati e non. Ci siamo resi da sempre promotori di manifestazioni che hanno coinvolto istituzioni, autorità e scuole, proprio per rendere tutti partecipi del nostro progetto”. Ogni anno “Insieme a Peter Pan” è uno degli eventi sportivi ed educativi che caratterizza il “Settembre Umbertidese”, come è giusto ricordare anche la manifestazione “Sottosopra”, che ha permesso all’associazione presieduta da Stinchi di farsi conoscere, sempre attraverso il gioco del calcio, in diverse regioni d’Italia.  Con “Peter Pan” non esistono più barriere e confini: lo sport è davvero diventato alla portata di tutti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*