CITTA’ DI CASTELLO: CONVEGNO SULLE STAMINALI PER I 10 ANNI DELLA PAT CROCE BIANCA

Assessore Andreina Ciubini
Assessore Andreina Ciubini
Assessore Andreina Ciubini

(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Un convegno sulle cellule staminali del cordone ombelicale concluderà le iniziative per i dieci anni della Pat, Pubblica assistenza Tifernate, “Croce Bianca” di Città di Castello, aperte dalla gara di speed down qualche settimana fa.

“Uno dei progressi che la scienza mette a disposizione dell’uomo sono le cellule staminali: grazie alla Pat Croce Bianca le nostre donne hanno la possibilità di donare il cordone ombelicale e così contribuire a salvare vite umane, trasformando un rifiuto speciale in un dono speciale” con queste parole l’assessore alle Politiche sociali del comune tifernate Andreina Ciubini ha introdotto il convegno, che si terrà sabato 21 settembre dalle ore  10.00 nella sala degli Specchi del Circolo Tifernate Accademia degli Illuminati, con la partecipazione di Riccardo Saccardi, responsabile del Centro Raccolta delle cellule staminali dell’ospedale Careggi di Firenze, terminale dei cordoni donati in loco.

“Se oggi abbiamo realizzato molte delle idee alla base del nostro volontariato” ha detto Claudio Fortuna, presidente della Pat “lo dobbiamo a questa Amministrazione che ci ha sempre dato fiducia e con cui vogliamo festeggiare dieci anni di vita e di progetti”. Dalla sede dell’associazione e il telesoccorso, che assiste gli anziani con un sistema di chiamata a distanza, al punto caldo di Trestina, attivo dalle 7.00 alle 13.00 “ma che i cittadini vorrebbero estendere anche al pomeriggio” ha ricordato Fortuna, parlando anche “delle sei camerette, 3 singole e 3 doppie, che l’Amministrazione ha messo a disposizione per le famiglie con parenti ricoverati all’ospedale. Sono un punto d’appoggio completo di tutto che gestiamo a un prezzo simbolico perchè chi non ha mezzi possa stare vicino al proprio congiunto in difficoltà. Garantiamo la distribuzione gratuita del farmaco, 24 ore su 24, senza distinguo di reddito o di zona, e forniamo per il primo soccorso e per l’uso del defibrillatore in occasione di eventi che richiedono misure di sicurezza.

Tra qualche giorno potremmo contare su un’ambulanza a doppia trazione, in grado di raggiungere luoghi impervi. Inoltre, giungendo al cuore della nostra attività, nel 2012 abbiamo consegnato 153 cordoni ombelicali e quest’anno siamo già ben oltre la quota. Vorremo che il servizio sia esteso a tutto il territorio della nuova unità, quindi anche a Perugia e Pantalla, e forse il nostro convegno sarà utile, essendo presente anche il direttore generale della USL Umbria 1 Giuseppe Legato”. “Sono molti i settori in cui Pat si è messa ala servizio della comunità, innovando il circuito socio-sanitario e arricchendolo” ha ribadito l’assessore Luca Secondi mentre il sindaco Luciano Bacchetta ha concluso, ricordando come “la Pat sia un’associazione molto concreta con cui l’Amministrazione comunale ha da sempre avuto una collaborazione fattiva, finalizzata alla soluzione delle problematiche. Il convegno oltre a riconoscere nei fatti questo alto servizio ha un indubbia qualità scientifica, coniugando lo spirito gratuito del volontariato al rigore delle competenze. Parametri generali su cui ci stiamo confrontando nell’ambito di una valutazione generale sulle sinergie del mondo della protezione civile di Città di Castello così vivaci e attive da richiedere forme di coordinamento in grado di valorizzarne il portato e le potenzialità”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*