Babbo Natale Leonardo Cenci ha consegnato i suoi doni a Norcia

Lo ha fatto oggi prendendo parte all'inaugurazione dei primi moduli abitativi e pranzando alla mensa insieme ai cittadini

Babbo Natale Leonardo Cenci

Babbo Natale Leonardo Cenci ha consegnato i suoi doni a Norcia NORCIA – Babbo Natale Leonardo Cenci ha consegnato i suoi doni alla popolazione terremotata di Norcia. Lo ha fatto oggi (venerdì 23 dicembre) prendendo parte all’inaugurazione dei primi moduli abitativi e pranzando alla mensa insieme ai cittadini. Durante questi due momenti Leonardo, insieme ad un gruppo di volontari dell’associazione Avanti Tutta, ha consegnato 1300 mini panettoni. Un gesto simbolico ma fortemente voluto per dimostrare la vicinanza della onlus alle popolazioni umbre colpite dal sisma.

 

“L’associazione è voluta andare a Norcia in questi giorni di festa – spiega Leonardo per stare accanto alle persone che in questo momento hanno bisogno di sostegno. Avanti Tutta è l’emblema di chi non molla mai e per questo volevamo portare un messaggio di energia, di entusiasmo e di speranza. Anche il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, ci ha ringraziato della nostra presenza, semplice ma apprezzata dalla popolazione. Siamo stati onorati di aver potuto fare questo piccolo gesto di solidarietà che dimostra che uniti si vince. In questo momento la sicurezza dell’Esercito e l’organizzazione della Protezione Civile sono fondamentali per aiutare la popolazione ma anche le associazioni di volontariato come la nostra, nel loro piccolo, possono contribuire a regalare sorrisi, energia, gioia di vita e voglia di farcela, di non mollare mai”.

 

Durante la visita a Norcia, Leonardo ha fatto visita anche alla Cioccolateria artigianale Vetusta Nursia, la stessa con cui la onlus aveva collaborato la scorsa Pasqua per realizzare delle uova di cioccolato brandizzate Avanti Tutta. “Durante il sopralluogo – termina il presidente dell’associazione perugina – ho promesso che rinnoveremo il nostro sodalizio. Per la prossima Pasqua riproporremo le loro uova e ci impegneremo a venderne il più possibile”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*