Avanti Tutta onlus, consegnato maxi assegno di 30mila euro per la ricerca

La cifra donata servirà per finanziare due borse di studio per una ricercatrice ed una biologa della struttura di oncologia

PERUGIA – Trentamila euro per finanziare due borse di studio, per una ricercatrice ed una biologa, che andranno a studiare alla George Mason University, situata a Fairfax in Virginia. La donazione è stata fatta questa mattina dall’associazione Avanti Tutta onlus al reparto di oncologia medica dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. A consegnare il maxi assegno è stato il presidente Leonardo Cenci che lo ha dato al primario, il professore Lucio Crinò. Era presente anche Manuela Pioppo, direttrice sella sezione medica dell’azienda ospedaliera di Perugia, e la dottoressa Chiara Bennati, da tempo impegnata nello studio delle neoplasie polmonari.

«Questa collaborazione con l’America – ha spiegato il primario dell’oncologia, Lucio Crinò – è già attiva da tre anni. La ricercatrice a cui andranno i soldi della borsa di studio è già da due anni alla George Mason University. Grazie a questa donazione ce ne resterà un altro e sarà raggiunta per tre mesi da una biologa. La ricercatrice si sta occupando dello studio dell’adenocarcinoma polmonare e mira all’identificazione dei meccanismi di sviluppo e di resistenza ai farmaci. Questo progetto si muove in concomitanza con la facoltà di ingegneria, la sezione guidata da Valigi e Brancari, che realizza sviluppi matematici che vengono poi analizzati insieme al nostro laboratorio di biologia molecolare guidato dalla dottoressa Vienna Ludovini».

«Leonardo è una persona piena di energia – ha dichiarato anche Manuela Pioppo – ed è un esempio positivo per tutti i pazienti. Ci contagia e ci spinge a fare meglio. Lui è un vero produttore di idee».

«Anche questa donazione – ha affermato Leonardo Cenci – rispecchia la mission dell’associazione che è quella di migliorare la vita dei malati di cancro. Il nostro prossimo obiettivo è quello di colorare tutte le pareti del reparto di oncologia per renderlo meno ospedale e più resort possibile».

L’ultima donazione che l’associazione, nata nel giugno del 2013, ha effettuato all’ospedale perugino risale a circa un mese fa. Leonardo Cenci ha consegnato 11 televisori a led 42 pollici. Poco prima c’erano stati tre letti da lungodegenza di ultima generazione per il reparto di oncologia, un video proiettore ed un notebook. Donazioni che sono seguite a quelle dell’impianto di filodiffusione, per allietare le sedute dei pazienti che si devono sottoporre alla chemioterapia, e da tre poltrone per la chemioterapia. In dirittura di arrivo, invece, è anche il progetto della palestra per l’ospedale e l’acquisto dei macchinari necessari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*