Terremoto, estesi a soci srl benefici per i lavoratori autonomi

La soddisfazione dell'assessore Fabio Paparelli

Castelluccio di Norcia, Paparelli risponde a Liberati, non è vero quello che scrive

Terremoto, estesi a soci srl  benefici per i lavoratori autonomi PERUGIA – “Le indennità per i lavoratori autonomi previste nelle aree dei comuni del cratere degli eventi sismici sono state estese anche ai soci di Società a responsabilità limitata (SRL) che versano i contributi nelle gestioni di artigiani e commercianti“. Lo ha reso noto il vice-presidente della Giunta regionale con delega allo sviluppo economico e lavoro, Fabio Paparelli, commentando il contenuto della circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali n.8 del 27 marzo che fornisce disposizioni e chiarimenti operativi rispetto alla gestione degli interventi oggetto di convenzione stipulata   tra lo stesso Ministero del Lavoro, il Ministero dell’Economia ed i presidenti delle Regioni.

“Si tratta di un risultato positivo – ha affermato il vicepresidente – conseguito anche grazie all’intervento della Regione che, raccogliendo le istanze di imprese ed associazioni di categoria, aveva sottolineato con una specifica nota al Ministro Poletti le criticità derivanti da un’interpretazione restrittiva che avrebbe che avrebbe penalizzato alcune categorie di lavoratori autonomi. Per questo ringraziamo il Ministro e la struttura tecnica del Ministero per la sensibilità e la competenza tecnica dimostrata”

“Ad oggi – ha proseguito Paparelli – sono pervenute agli uffici regionali 995 richieste di ottenimento dell’indennità “una tantum” che consente ai lavoratori autonomi, che hanno sospeso l’attività a causa degli eventi sismici, di beneficiare di un contributo pari a 5.000 euro ai sensi delle disposizioni dell’art. 45 del decreto legge 189/2016.  Siamo in attesa – ha concluso il vice-presidente Paparelli — delle istruzioni operative per poter procedere all’invio degli elenchi degli aventi diritto all’Inps che effettuerà il pagamento delle indennità dovute”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*