Primi d'Italia

Scippa borsa a donna al Parco Mendez, fugge ma viene bloccato e arrestato

Dalla terrazza della sala operativa i poliziotti localizzano il fuggitivo

Blitz polizia in parco Perugia, due persone espulse per la terza volta

Scippa borsa a donna al Parco Mendez, fugge ma viene bloccato e arrestato PERUGIA – Erano da poco passate le 16 di ieri quando una coppia di amiche con i rispettivi figli, si trovava al parco Mendez. Le due donne si erano sedute sulle panchine appoggiando le proprie borse sul tavolo. Mentre erano intente nella conversazione e nella vigilanza dei propri figli, ad un tratto una delle due notava un giovane che, con azione fulminea, afferrava la borsa dell’amica e si dava alla fuga. Immediata la reazione della vittima, una perugina del ’77, che ha tentato di afferrare la borsa e di riappropriarsene ma invano. Dopo aver strattonato la donna, il ladro si è dato alla fuga, inseguito da altri tre ragazzi che avevano assistito alla scena. Attivata da una chiamata al 113, la volante l’uomo era riuscito a salire sul minimetrò alla fermata Cortonese e, pertanto, i poliziotti si precipitavano alla stazione capolinea di piazzale Umbria jazz.

Dato che l’itinerario che stava seguendo il ladro per fuggire lo avrebbe costretto a transitare nei pressi della Questura, i poliziotti che si trovavano in servizio in sala Operativa si sono affacciati sulla terrazza del V piano scorgendo immediatamente il giovane che si allontanava dalla fermata del Minimetro’ in direzione del Percorso Verde. Guidati dai colleghi, gli operatori su strada riuscivano a rintracciare il fuggitivo, introdottosi all’interno dell’area del percorso verde nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Accortosi di essere stato raggiunto e localizzato, il ladro cercava rifugio all’interno del bar della Bocciofila Comunale ove veniva, infine, bloccato dagli agenti.

Accompagnato in Questura è stato identificato per un 20enne di nazionalità nigeriana ma nato e residente a Perugia con alcuni pregiudizi per reati contro il patrimonio. Perquisito, occultava nei boxer il cellulare e i soldi rubati poco prima. In tasca, inoltre, i poliziotti trovavano anche una tessera del minimetrò intestata ad una donna ed in merito alla cui provenienza il nigeriano non sapeva dare spiegazioni. Inevitabili per il ladro le manette: arrestato per furto con strappo e denunciato per ricettazione, è stato collocato agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*