Unipegaso

Politica, Liberati M5s, dopo Terni occorre indagare sul sistema Umbria

È tempo di restituire la Res Publica ai loro effettivi titolari, i cittadini

Politica, Liberati M5s, dopo Terni occorre indagare sul sistema Umbria

Politica, Liberati M5s, dopo Terni occorre indagare sul sistema Umbria

PERUGIA – Il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, ritiene che “la città di Terni e la Regione Umbria sono e restano ostaggio di consorterie affaristiche che, da decenni, spolpano le casse pubbliche. Anomalie, esposti e denunce durano da lustri, ma nessuno è intervenuto”. Per Liberati “è tempo di dire basta a politica & affari, sanzionando i numerosi eletti responsabili di questo disastro morale e materiale.

È tempo di restituire la Res Publica ai loro effettivi titolari, i cittadini. È tempo di liberare la regione dai caporali di certe cooperative-monstre, colpendo un monopolio costruito grazie al concorso di arcinote consorterie. È tempo di pagare correttamente i soci-lavoratori, cui deve essere garantita una retribuzione non inferiore ai minimi previsti dalla legge. E’ tempo di ricostruire le libertà economiche anche in Umbria, quelle libertà sottratte da pochissimi amici degli amici la cui assurda immunità penale è durata davvero troppo, mentre chi non aveva la tessera giusta è tuttora costretto a emigrare”.

Per il consigliere di opposizione “dopo l’inchiesta sul sistema Terni occorre indagare sul sistema Umbria. È infatti inquietante pensare che, da ben 47 anni, amministratori e funzionari regionali siano immuni a tutto. Tutto ciò mentre taluni cognomi di rango si ripetono regolarmente negli ambienti di lavoro che contano, da certe banche alla Regione Umbria, da altri enti pubblici a certe maxicoop”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*