Musica di pace e dal mondo nei prossimi eventi del Narnia festival

Narnia festival
Un concerto del Narnia festival
Uno dei concerti del Narnia festival
Uno dei concerti del Narnia festival

Anche sport nell’evento con Gian Piero Galeazzi, Agostino Abbagnale e Nicola Pietrangeli – Messa concerto e concerto sinfonico il 24, ‘Una musica per il Giubileo’ il 26 luglio

(umbriajournal by Avi News) – NARNI La musica è il filo conduttore che intesse la variopinta tela del Narnia festival di cui fanno parte anche arte, sport e percorsi sensoriali. Promosso e diretto dalla pianista Cristiana Pegoraro, in scena a Narni ma con tappe a Terni, Orvieto, Acquasparta, Perugia e Roma fino al 31 luglio, l’evento prosegue con un doppio appuntamento, domenica 24 luglio. La cattedrale di Narni, alle 11, ospiterà la Messa concerto per soli e orchestra, momento toccante in cui si esibiranno, durate la celebrazione officiata da don Sergio Rossini, insieme all’orchestra Nova Amadeus e ai violinisti Khullip Jeung e Jisun Kang, il soprano Lauren Andree e il mezzosoprano Grace Eunhye Kim, diretti dal maestro Lorenzo Porzio. Gli oltre 50 elementi dell’orchestra Nova Amadeus diretti da Lorenzo Porzio saranno di scena sempre il 24 luglio anche nella splendida cornice del Duomo di Orvieto con un grande concerto sinfonico. Solista di eccezione, la pianista Cristiana Pegoraro.

Spazio poi allo sport e ad alcuni grandi protagonisti come Agostino Abbagnale, Nicola Pietrangeli, Gian Piero Galeazzi e il produttore Enrico Vanzina nell’appuntamento di lunedì 25 luglio, alle 21.30, nella loggia degli Scolopi a Narni. ‘L’inviato non nasce per caso’ il nome dell’evento ripreso dal titolo del nuovo libro di Galeazzi che l’autore presenterà in questa occasione. Dallo sport alla musica, la cui pratica è accomunata da un esercizio di costanza, passione e sacrificio, con il concerto d’estate in piazza Duomo a Terni. Martedì 26 luglio alle 21.30, infatti, sarà il momento di ‘Una musica per il Giubileo’ con un programma di brani di compositori provenienti da varie parti del mondo. L’evento vuole essere un viaggio musicale che simboleggia l’incontro tra culture unite dal linguaggio universale della musica, di pace, fratellanza e unione fra popoli. Verranno proposte, in prima esecuzione italiana, la Rapsodia Cubana e la Rapsodia Argentina di Ernesto Lecuona. Quest’ultimo brano sarà eseguito in onore di Papa Francesco e vedrà al pianoforte Cristiana Pegoraro.

Mostra d’arte collettiva Nel ricco cartellone del Narnia festival, che ospita 28 concerti in 13 giorni, trovano posto anche la mostra d’arte collettiva ‘Musica, arte e note dell’anima’ e quella fotografica ‘World’, organizzate con  Artelive360, ma anche itinerari enogastronomici in collaborazione con le aziende  di eccellenza del territorio. Vanno avanti, inoltre, tutti i giorni alle 18 fino al 29 luglio alla Chiesa di Santa Maria Impensole a Narni i concerti degli allievi del campus del festival.

Sabato 23 luglio, inoltre, avrà luogo la cerimonia conclusiva del premio di poesia ‘G. Jovine – Il linguaggio dell’anima’ che si terrà alle 18 nella Chiesa di San Francesco nel centro storico di Narni.

Carla Adamo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*