Leonelli, Pd: Vaccinazione obbligatoria per accedere all’asilo a vantaggio di tutti

«L'obbligatorietà delle vaccinazioni per gli iscritti agli asili nido tutela in primo luogo i bambini più deboli»

Prosegue l'iter della proposta di legge regionale per la vaccinazione obbligatoria a firma di Carla Casciari e Giacomo Leonelli
Prosegue l'iter della proposta di legge regionale per la vaccinazione obbligatoria a firma di Carla Casciari e Giacomo Leonelli

Vaccinazione obbligatoria per accedere all’asilo a vantaggio di tutti

«Con la presentazione di oggi al Consiglio delle Autonomie Locali – spiega il consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Leonelli – prosegue a ritmo serrato l’iter per giungere ad un’approvazione nei tempi più rapidi possibili della proposta di legge presentata da me e dalla collega Carla Casciari, per rendere l’assolvimento degli obblighi vaccinali da parte del minore requisito di accesso al sistema integrato dei servizi socio-educativi per la prima infanzia, pubblici e privati».

«Negli ultimi anni – spiega Leonelli – si è purtroppo registrato in Italia un trend negativo per quanto riguarda il numero di bambini sottoposti sia alle vaccinazioni gratuite obbligatorie sia a quelle raccomandate secondo quanto previsto dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale»

«L’obbligatorietà delle vaccinazioni per gli iscritti agli asili nido, già introdotta dalla regione Emilia Romagna – prosegue Leonelli – tutela in primo luogo i bambini più deboli. Infatti se il tasso di vaccinazione scende, come in alcune zone sta avvenendo, sotto il 95%, i bambini che non possono vaccinarsi per immunodeficienza o patologie rischiano di contrarre malattie che ormai si pensavano debellate».

«Rendere obbligatoria sul territorio regionale la vaccinazione dei bambini per la loro ammissione agli asili nido è quindi una misura di civiltà a tutela della salute pubblica, e quindi delle nostre comunità, utile a preservarle dalla recrudescenza di malattie infettive pericolose anche in altre fasce d’età»


Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*