USL Umbria 1 – Disposizioni e misure preventive contro la Zanzara tigre

zanzara-tigre(umbriajournal.com) PERUGIA – Dal freddo al caldo in pochi giorni. Se ne sono rese conto anche le zanzare che da un “letargo” prolungato sono passate alla piena attività. La raccomandazione più importante è quella di eliminare tutti i contenitori di acqua libera e stagnante e di collocare il larvicida nei tombini.

Le uova delle zanzare, deposte l’anno passato nei tombini e nei contenitori con acqua che sono presenti nei nostri giardini, si sono schiuse ed è iniziata la riproduzione dell’insetto. La zanzara tigre vive circa 40 giorni e depone in 4-7 volte circa 400 uova. Quando si viene punti occorre fare un controllo intorno casa per cercare il luogo di origine della zanzara per un raggio di almeno 50 metri, ricordando che predilige piccoli contenitori d’acqua scoperti. In questi casi, oltre al larvicida da collocare con la frequenza prevista in etichetta, dovranno essere rimosse tutte le forme stabili di acqua scoperta come i secchi ed i bidoni.

Negli spazi condominiali sono stati avviati i trattamenti larvicidi nei tombini presenti nei piazzali, come previsto dalle ordinanze comunali la cui inottemperanza può comportare una sanzione fino a 500 euro. I trattamenti possono essere affidati ad una ditta di disinfestazione iscritta alla Camera di Commercio o agli stessi condomini. In entrambi i casi l’amministratore del condominio deve comunicare alla USL Umbria 1 l’avvio degli interventi. La presenza delle zanzare potrà essere importante nelle zone caratterizzate da case singole e da villette a schiera. In queste aree residenziali, infatti, basta che un cittadino non abbia le opportune accortezze e ne risentirà tutto l’abitato. Per chi abita in campagna è importante inoltre fare attenzione ai contenitori con acqua a disposizione degli animali da cortile e ai cavalli. In alcuni casi è stata rilevata la presenza di abbeveratoi come vasche da bagno riutilizzate piene di larve. Anche per questi casi vale la regola che l’acqua deve essere cambiata completamente ogni 2-3 giorni. Per le abitazioni private sono previste sanzioni fino a 100 euro per le inottemperanze a queste disposizioni.

Si ricorda che l’uso di mettere filamenti di rame nei contenitori di acqua non è un rimedio efficace in quanto il rame si ossida velocemente e perde la sua funzione. Il rame, inoltre, non è ammesso dal Ministero della Sanità per il controllo delle larve di zanzara. Per i sottovasi è quindi utile collocare la sabbia assorbente delle lettiere per gatti. In questo modo la sabbia assorbe l’acqua e le larve non si possono sviluppare.

I Comuni della USL Umbria 1 hanno incaricato le ditte private ad effettuare il programma dei trattamenti larvicidi sul territorio.

Dopo aver realizzato, in collaborazione con i Comuni, una campagna di informazione per la popolazione (affissione di manifesti, distribuzione di brochure, incontri sul territorio e post nei social network), l’unità operativa di Disinfestazione, Derattizzazione e Disinfezione della USL Umbria 1 ha avviato i controlli per verificare il lavoro effettuato dalle ditte private sia negli ambiti pubblici sia presso i privati ed è disponibile a fornire ogni informazione utile al numero 075.5412446 o via email all’indirizzo zanzara@uslumbria1.it .

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*