Usl Umbria 1 chiude con un utile di 150 mila euro

Concluso l”iter di approvazione del bilancio dell”esercizio 2014 della Usl Umbria 1, con costi complessivi di oltre 868 milioni euro e un utile di 150 mila euro: lo riferisce un comunicato della stessa Usl, sottolineando che l”anno scorso e” stato positivo l”andamento delle attivita” territoriali. In particolare e” stato mantenuto il livello di copertura vaccinale, migliorata l”attivita” degli screening oncologici, potenziati l”assistenza infermieristica domiciliare e gli interventi mirati alla promozione della salute degli anziani. Nel comunicato, il direttore generale della Usl Umbria 1, Giuseppe Legato evidenzia l”attivazione delle Residenze sanitarie assistite a Citta” di Castello, Assisi, Branca ed Umbertide, per la riconversione di posti letto delle medicine ospedaliere. Nel 2014, una riorganizzazione ha riguardato l”area materno-infantile, con i ricoveri che, rispetto al 2013, sono diminuiti del 3 per, trend in calo confermato anche nel primo trimestre 2015. Per la degenza ordinaria, l”Usl 1 segnala che quella media e” pari a 5,97 giorni nel 2014, ridotta a 5,50 nel primo trimestre 2015. C”e” anche un miglioramento, rispetto al 2013, nei tempi medi di pagamento delle fatture, che scendono a 42,46 giorni (contro i 56,11 del 2013). Legato annuncia che “grazie ai conti in ordine”, l”Usl 1 avviera” “rilevanti progetti di riqualificazione delle strutture sanitarie aziendali”, con la riconversione dell”ospedale di Citta” della Pieve e dell”ex ospedale di Gubbio, oltre al trasferimento nel polo di Monteluce dei servizi attualmente in via XIV Settembre. Le tre strutture sono destinate a diventare Case della Salute, sul modello di quella gia” attiva da alcuni anni a Marsciano. Una parte degli investimenti e” inoltre riservata all”aggiornamento delle tecnologie, tra cui l”acceleratore lineare e una Tac per l”ospedale di Citta” di Castello.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*