Sistema sorveglianza stato di salute popolazione italiana compie dieci anni

L’Azienda Umbria 2 è stata presa come esempio a livello nazionale per la strutturazione data alle Unità Operative dipartimentali di sorveglianza e promozione della salute

Oltre 1 miliardo 647 milioni di euro per la sanità per il 2018

Sistema sorveglianza stato di salute popolazione italiana compie dieci anni

TERNI – Il sistema di sorveglianza della salute della popolazione PASSI, Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia, compie dieci anni e per celebrare questo importante traguardo e fare il punto della situazione si è svolta nei giorni scorsi a Roma, presso il ministero della Salute, una giornata di studio e di approfondimento con gli esperti provenienti dalle varie regioni d’Italia.

Il sistema PASSI si basa su interviste telefoniche ad un campione di popolazione mediante l’utilizzo di un questionario standardizzato con domande mirate che riguardano gli stili di vita e i comportamenti a rischio. Ai fini della promozione della salute e della programmazione sanitaria è importante che queste informazioni siano a disposizione dei decisori e degli operatori della sanità pubblica considerato che uno stile di vita sano limita in misura significativa il rischio di insorgenza di malattie croniche, in particolare patologie cardio-vascolari e tumorali.

Il 90% della mortalità e della riduzione degli anni di vita in buona salute è infatti legato a queste malattie e monitorare costantemente abitudini e stili di vita è fondamentale per mettere in campo azioni mirate per promuovere la salute e il benessere.

L’Azienda Usl Umbria 2 è da anni inserita a pieno titolo nelle attività del “Gruppo Tecnico Nazionale sulle Sorveglianze” con lo staff guidato dal dr. Marco Cristofori, responsabile della Unità Operativa di Sorveglianza e Promozione della Salute.

Due dei quattro sistemi di sorveglianza nazionali della popolazione, OKkio alla Salute per la rilevazione dell’obesità infantile e Passi d’Argento, un sistema di sorveglianza sulla popolazione anziana, sono stati sperimentati presso il Centro di Ricerca e formazione per la Salute unica e l’Alimentazione di Orvieto negli anni 2005 – 2009 per poi essere estesi in tutto il territorio nazionale.

Nel corso della giornata di studio è stato presentato un filmato istituzionale che riporta l’intervento del Direttore Generale dell’Azienda Usl Umbria 2 dr. Imolo Fiaschini. Il video è disponibile sul sito di Epicentro e nel canale ufficiale YouTube dell’azienda sanitaria:

L’Azienda Umbria 2 è stata presa come esempio a livello nazionale per la strutturazione data alle Unità Operative dipartimentali di sorveglianza e promozione della salute e di epidemiologia ai fini della buona qualità dei dati prodotti e del mantenimento attivo della sorveglianza. Questa strutturazione è stata individuata come “Miglior buona pratica a livello nazionale”. I risultati ottenuti nel tempo sono legati anche alla grande disponibilità e professionalità degli operatori del sistema e soprattutto degli intervistatori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*