Sanità: Sellano, Montecchio e Castel Ritaldi avviano progetto donazione organi

“Una scelta in Comune”, grazie al quale tutti i cittadini maggiorenni possono esprimere e dichiarare la propria volontà alla donazione di organi e tessuti

Morta donna Assisi caduta da finestra autorizzata donazione organi

Sanità: Sellano, Montecchio e Castel Ritaldi avviano  progetto donazione organi

Anche i Comuni di Sellano, Montecchio e Castel Ritaldi hanno avviato il progetto promosso dalla Regione Umbria in collaborazione con Federsanità, “Una scelta in Comune”, grazie al quale tutti i cittadini maggiorenni possono esprimere e dichiarare la propria volontà alla donazione di organi e tessuti, contestualmente al rinnovo della carta d’identità presso l’anagrafe.

“Il progetto – spiegano dalla Direzione regionale salute della Regione Umbria – è volto a far crescere la cultura della donazione, ma anche alla semplificazione delle pratiche burocratiche, così da andare incontro ai cittadini che potranno risparmiare tempo, evitando di recarsi presso ulteriori strutture”.

La Direzione regionale ha ricordato che da parte dei cittadini c’è grande disponibilità ad accogliere la richiesta della Regione sulle donazioni e che gli ottimi risultati ottenuti fino a questo momento sono testimoniati dal numero in crescita dei donatori, ma anche da quello dei Comuni che richiedono sempre di più di aderire all’iniziativa.

Lo testimonia anche il fatto che l’Umbria è la prima regione in Italia per numeri di Comuni in cui è stata attivata l’iniziativa.

Siamo partiti dai più grandi, Perugia e Terni, per poi raggiungere anche quelli più piccoli come Sellano, Montecchio e Castel Ritaldi, in modo tale da diffondere il progetto in modo omogeneo su tutto il territorio regionale”.

Sanità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*