Sanità, è iniziata la campagna elettorale!

Politica, Carla Spagnoli: "Il Sindaco Andrea Romizi ha ragione"

da Carla Spagnoli (Presidente onorario del Movimento per Perugia)
Sulla sanità umbra la sinistra ha iniziato la campagna elettorale… Finalmente il Direttore Generale del Santa Maria della Misericordia Walter Orlandi, in odore di assessorato alla sanità, si è accorto dei furti all’ospedale di Perugia che da mesi avvengono ai danni di pazienti e personale sanitario!

A poco più di un mese dalle elezioni regionali il Direttore Orlandi, con la delibera 621, ha avviato un bando da oltre un milione di euro per assoldare vigilanti armati all’ospedale di Perugia per 36 mesi di servizio, più 12 mesi riconfermabili.

Il bando arriva solo adesso, guarda caso a ridosso delle elezioni regionali, dopo che in questi anni Orlandi, per risparmiare, ha tagliato il numero e le ore dei vigilantes per il servizio di sorveglianza notturna! Noi del Movimento per Perugia ci siamo sempre occupati della sicurezza al Santa Maria della Misericordia e abbiamo denunciato i continui furti di borse, borselli, soldi e computer…

In tempi non sospetti abbiamo anche lanciato l’allarme della carenza di personale addetto al controllo delle telecamere: dov’è stato il Direttore Orlandi tutto questo tempo? Nessuno si è mai accorto in questi mesi dei continui furti, con tanto di cassette della sicurezza forzate e porte scardinate? Come mai il bando esce solo ora, un mese prima delle elezioni?

Per non parlare dell’emergenza posti letto e delle barelle nei corridoi dell’ospedale: a giorni dovrebbe esserci il nuovo piano organizzativo interno contro le barelle nelle corsie, frutto dell’intesa tra Regione e Università: perché si è aspettato tutto questo tempo?

Da mesi, se non da anni, i corridoi dei reparti del Silvestrini sono pieni di barelle con pazienti “scaricati” lì per giorni insieme ai cari che li assistono!

E parliamo di reparti delicatissimi come Geriatria, Pneumologia, Oncologia, eccetera, reparti dove un paziente non dovrebbe sostare neanche un minuto in corridoio su una barella! Che cosa è stato fatto fino a oggi dalla Marini e da Orlandi? L’emergenza è stata scoperta solo ora?

Esiste a Perugia un protocollo certificato e approvato per le urgenze? Intervenire o fare nuovi piani ora, a un mese delle Regionali, sa tanto di presa in giro nei confronti sia dei pazienti che dei medici e infermieri, gli unici che si sono prodigati oltre limite per ridurre errori, inconvenienti e disagi per i pazienti, sia per gli umbri, che pagano sulla loro pelle un’organizzazione che fa acqua da tutte le parti.

La sanità umbra della Marini e di Orlandi si è dimostrata “virtuosa” solo sui risparmi e sui tagli, a discapito della qualità e della salute dei cittadini e non sarà certo la campagna elettorale a cambiare o smentire i fatti…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*