Presentata a Perugia apparecchiatura per diagnosi patologie polmonari

Presentata a Perugia apparecchiatura per diagnosi patologie polmonari
Presentata a Perugia apparecchiatura per diagnosi patologie polmonari

Presentata a Perugia apparecchiatura per diagnosi  patologie polmonari
“Dopo i significativi risultati raggiunti sul fronte economico e finanziario in sanità la prossima sfida che ci accende è quella di trovare soluzioni adeguate agli standard stabiliti dal Governo”: lo ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo stamani, insieme all’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, alla presentazione di Ebus, l’apparecchiatura per la diagnosi avanzata delle patologie polmonari, che si è tenuta all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Nel corso del suo intervento la presidente Marini, dopo aver ringraziato i comitati, le fondazioni, le associazioni e i cittadini per l’impegno importante che svolgono per l’intera comunità attraverso il loro lavoro che si concretizza anche in risorse per l’acquisto di apparecchiature, ha evidenziato che “per la Regione il lavoro futuro  è quello di saper declinare l’innovazione con la sostenibilità del sistema sanitario”.

“Nella precedente legislatura – ha detto la presidente – la Regione Umbria ha completato la programmazione sul fronte degli investimenti strategici dimostrando come sia possibile avere un sistema sanitario pubblico in grado di garantire massima qualità delle prestazioni ed equilibrio di bilancio. Ora ci misuriamo con la gestione degli standard e, fermo restando la qualità delle prestazioni e dei servizi erogati, occorre proseguire da una parte nell’opera di consolidamento e tenuta dei conti in sanità, dall’altra con l’adozione di  misure rivolte sia alla  revisione  e maggiore efficienza della spesa che alla  riorganizzazione dei servizi. In questo quadro – ha aggiunto –  si collocano anche gli interventi per una migliore organizzazione della rete ospedaliera regionale avendo ben chiari i due concetti di integrazione e specializzazione”.

Concludendo la presidente, dopo aver evidenziato che questa sfida non coinvolge solo la politica, ha affermato che “ci sono le professionalità per costruire le soluzioni che i cittadini si aspettano, e che ancora una volta l’Umbria non andrà a rimorchio, al contrario così come avvenuto sul fronte economico e finanziario, lavorerà per posizionarsi nel gruppo di testa tra le regioni italiane”.

L’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, dopo aver anche lui apprezzato il lavoro di squadra dei professionisti che operano nell’Ospedale di Perugia, nonché la collaborazione del Terzo settore che contribuisce alla realizzazione di tante iniziative e progetti, ha voluto soffermare l’attenzione sulla necessità di impostare al più presto una campagna di prevenzione per incentivare ancor di più la lotta al tabagismo.

Presentata a Perugia

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*