Piano sanitario 2018-2020, avviato il percorso con tavoli tematici [VIDEO]

Migliorare e abbattere il più possibile le distanze tra la risposta e la domanda

Piano sanitario 2018-2020, avviato il percorso con tavoli tematici 

Piano sanitario 2018-2020, avviato il percorso con tavoli tematici

PERUGIA – “La presenza importante nell’incontro di oggi testimonia la grande voglia di partecipazione e di condivisione del percorso che porterà alla stesura del Piano sanitario regionale 2018- 2020”: lo ha affermato l’assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, in chiusura della giornata di avvio del percorso per la stesura del Piano sanitario regionale.

“Sono stati 40 i contributi portati nel pomeriggio di oggi dai partecipanti all’incontro di oggi. Una giornata positiva di cui faremo tesoro – ha detto Barberini – Ciò dimostra che c’è una grande attenzione e voglia della comunità di dare contenuto al lavoro che stiamo per affrontare.

Clicca per il servizio videosu Umbria Journal TV

L’obiettivo che ci poniamo è di migliorare e abbattere il più possibile le distanze tra la risposta e la domanda di servizi sanitari, partendo dalla consapevolezza che l’Umbria, pur essendo una regione piccola, registra dati decisamente positivi.

Vogliamo fare però uno sforzo in più, mettendo in campo nuove sfide partendo dal presupposto che la partecipazione vera sia fondamentale”.  “Vogliamo realizzare un piano sanitario – ha proseguito Barberini – che garantisca servizi di qualità e omogenei su tutto il territorio regionale, senza distinzioni.

A tal fine, è importante la collaborazione fra presidi ospedalieri e fra ospedali e territorio.  Il modello ‘ospedalocentrico’ è superato – ha affermato –  e va integrato con i servizi territoriali. Per dare gambe ai propositi e agli input dell’incontro di oggi, nei prossimi giorni partiranno i 15 tavoli tematici che, per evitare frammentazioni, saranno coordinati da un referente dell’Assessorato alla Salute”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*