PERUGIA, STOP AL FUMO. RIPARTONO I CORSI

Aiuta il tuo respiro, campagna di prevenzione patologie respiratorie
Aiuta il tuo respiro, campagna di prevenzione patologie respiratorie

fumodi Monia Rossi
Sono aperte le iscrizioni ai corsi organizzati dall’Unità Antifumo della USL Umbria 1 per coloro che vogliono definitivamente abbandonare il fumo di sigaretta in modo graduale e con il sostegno di operatori specializzati. I corsi si svolgeranno a Ponte Felcino, Perugia, Bastia Umbra, Magione, Città della Pieve. Chi è interessato potrà chiedere informazioni al proprio medico di famiglia, ai centri antifumo di della USL 1, al centro di salute di Ponte Felcino, alla farmacia Bolli di Ponte Felcino, alle farmacia AFAS di Villa Pitignano e di Città della Pieve, a tutte le altre farmacie AFAS del Perugino, alle farmacie comunali di Bastia Umbra e S.Maria degli Angeli. L’esperienza dei precedenti corsi, realizzati in vari distretti della USL 1, in stretta collaborazione con le farmacie comunali e i medici di medicina generale, ha confermato l’elevata efficacia di questa metodologia, con una percentuale di sospensione al termine del corso dell’80-85%, che si mantiene elevata anche nei mesi successivi. Il corso “Stop al Fumo”, che prevede nell’arco di circa due mesi dieci incontri di gruppo condotti da un operatore specificamente formato, utilizza il metodo della riduzione graduale che consente di ridurre al minimo i sintomi dell’astinenza, responsabili dei fallimenti precoci dei tentativi di smettere.

 

Tre sono le fasi in cui si articola il corso. La prima fase consente la preparazione psicofisica necessaria per affrontare il momento dell’abbandono dell’abitudine al fumo, rafforzando le motivazioni che aiutano a vincere la dipendenza. In questa fase è possibile decidere, in accordo con il medico del centro antifumo o con il proprio medico curante, se utilizzare o meno il sostegno farmacologico. La seconda fase è finalizzata alla sospensione completa del fumo. La terza fase sostiene il mantenimento della scelta di non fumare. Il programma del corso prevede colloqui individuali, ma il punto di forza del programma è costituito dal particolare rapporto che si crea fra i membri del gruppo, che condividono l’obiettivo di smettere di fumare e mettono ciascuno la propria esperienza e la propria solidarietà a disposizione di tutti gli altri. Il trattamento si può completare con sedute di agopuntura e acudetox auricolare, training autogeno, fitoterapia, consigli dietetici, tutte prestazioni soggette a pagamento di ticket ad eccezione dei soggetti esenti per patologie specifiche.

 

 


Dove è possibile
ricevere informazioni e/o iscriversi al corso:

Il proprio Medico di
famiglia o il Pediatra

Il Centro di Salute
di Ponte Felcino (tel. 075/5911111)

La Farmacia AFAS di
Villa Pitignano (tel.075/5917334)

La Farmacia Bolli di
Ponte Felcino  (tel.075/691146)

Il Centro Antifumo
Usl Umbria 1 di Perugia  (tel.075/5412813)

Farmacia Comunale di
S. Maria degli Angeli (tel. 075/8044262)

Farmacia Comunale di
Bastia Umbra via XXV aprile (tel. 075/8004997)

 

Per il restante
territorio del Perugino ci si può rivolgere alle Farmacie AFAS e al
Centro Antifumo  Usl Umbria 1 di Perugia 


 


Sono riaperte le
iscrizioni anche nel Distretto dell’Assisano, presso

il Centro Antifumo
Usl Umbria 1  di Bastia (tel. 075/8139779)

le Farmacie Comunali
di Bastia Umbra di Via Firenze(tel. 075/8000502 e via
XXV aprile (075/8004997)

la Farmacia Comunale
di S. Maria degli Angeli tel. 075/8044262


 


Per le iscrizioni
nel Distretto del Lago Trasimeno ci si può rivolgere a

Centro Antifumo  Usl
Umbria1  di Magione    tel. 075/ 8477831

Farmacia AFAS di
Città della Pieve dal 16/09

 

 


L’Organizzazione
Mondiale della Sanità definisce il
fumo come prima causa evitabile di malattia e morte nell’attuale
società
. La nicotina viene oggi riconosciuta, al pari di ‘alcol,
cocaina, allucinogeni e oppiacei, tra le sostanze psicoattive capaci
di indurre dipendenza fisica e psichica.


 


I dati dello studio
epidemiologico PASSI dicono che l’Umbria
è tra le regioni a maggior prevalenza di fumatori
, con una
percentuale significativamente superiore rispetto al dato medio. Nel
periodo 2009-2012 si stima che circa 1 umbro su 3 sia 
classificabile
comefumatore, in particolare le prevalenze più alte e
preoccupanti si riscontrano nella fascia 18/49
anni
. Ancora persiste una lieve differenza tra uomini (34%) e
donne (27%).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*