Primi d'Italia

PERUGIA, SCREENING TUMORE AL SENO, 5 MAMMOGRAFI DI ULTIMA GENERAZIONE

Lotta tumore al seno
Lotta tumore al seno
Lotta tumore al seno

(umbriajournal.com) PERUGIA – L’Usl Umbria 1 si prepara ad affrontare la nuova campagna di screening di prevenzione del tumore al seno, che dal 1 gennaio 2015 coinvolgerà una fascia molto più ampia di donne tra i 45 e i 75 anni, dotandosi di cinque nuovi mammografi digitali di ultimissima generazione con tomosintesi.

Due sono già stati acquisiti grazie alla sensibilità e al contributo dell’AELC (Associazione Eugubini Lotta contro il Cancro), che ha donato un nuovo mammografo all’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino, e dell’AACC (Associazione Altotevere Contro il Cancro), che ha donato un secondo mammografo di supporto all’ospedale di Città di Castello.

Gli altri tre mammografi in via di acquisizione saranno destinati due nel Poliambulatorio di piazzale Europa e uno all’ospedale di Assisi e andranno a sostituire quelli attualmente in uso, funzionanti, ma tecnologicamente superati e destinati ad essere sempre meno performanti.

I tre mammografi che saranno acquisti entro l’anno sono macchinari all’avanguardia dotati di tomosintesi, caratteristica che fa la grande differenza rispetto ad altri mammografi in circolazione, in quanto permette di studiare facilmente anche i seni più giovani e ad alta densità, consente un miglioramento dei contrasti e quindi una ricerca del tumore al seno sempre più accurata e una diagnosi sempre più precoce.

“Si tratta di un investimento importante di più di 700 mila euro – spiega il direttore generale della USL Umbria 1 Giuseppe Legato – che è stato programmato anche a fronte della nuova campagna di prevenzione del tumore al seno che dobbiamo prepararci ad affrontare dal 2015. Finora la nostra azienda esegue 22mila esami all’anno su una fascia di età compresa tra i 50 e i 69 anni. Con l’estensione della fascia di età da screening dai 45 ai 75 anni, nel 2015 si prevede di arrivare a 37 mila esami mammografici gratuiti all’anno, potendo contare su un’adesione allo screening dell’80%, un dato che supera ampiamente l’obiettivo nazionale fissato al 70%.

Si tratta di un risultato più che lusinghiero, che viene garantito da un’intensa attività di macchine e operatori: al momento ogni pomeriggio, dal lunedì al venerdì, vengono eseguiti 24-27 esami mammografici per lo screening; a questo va aggiunta l’attività di mammografia clinica per le pazienti di età fuori dalla fascia di screening, che conta circa 18 mila esami all’anno nel territorio della USL Umbria 1. E’ inoltre previsto l’acquisto di altri due mammografi, di cui uno con tomosintesi, che andranno a potenziare la dotazione tecnologica dell’area del Trasimeno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*