Nuovo ospedale Narni-Amelia, finanziamenti sbloccati

È quanto precisa la Regione Umbria, in una nota dell’Assessorato alla Sanità

Nuovo ospedale Narni-Amelia, finanziamenti sbloccati

Nuovo ospedale Narni-Amelia, finanziamenti sbloccati

Per la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale di Narni-Amelia, dando attuazione al programma degli investimenti per l’edilizia sanitaria, la Regione Umbria ha ottenuto lo sblocco dei finanziamenti dal Ministero della Salute e si è fatta parte attiva per l’accelerazione delle procedure amministrative necessarie.

Si tratta di un investimento complessivo di oltre 53 milioni di euro, di cui circa 18 milioni finanziati direttamente dallo Stato e i restanti da varie fonti di finanziamento regionale, che ne fanno il principale bando di lavori pubblici dei prossimi anni e sicuramente, proprio per l’entità dell’investimento, il principale di questo ciclo di programmazione di edilizia sanitaria in Umbria.

Allo stesso tempo, la Regione ha destinato adeguate risorse per interventi sulle strutture sanitarie attuali e per il miglioramento dell’organizzazione dei servizi e dei reparti, anche in considerazione della funzione che continueranno a svolgere quando sarà realizzato il nuovo ospedale unico.

È quanto precisa la Regione Umbria, in una nota dell’Assessorato alla Sanità.

Nel processo di riqualificazione della rete ospedaliera umbra, si ricorda, la Regione ha attribuito al nuovo ospedale la specificità di essere polo per il trattamento delle post acuzie e la riabilitazione intensiva di valenza provinciale e regionale, attrattivo anche per la mobilità sanitaria extraregionale.

Operando con una costante interlocuzione con le istituzioni territoriali, con la volontà di condividere strategie e interventi di potenziamento e riorganizzazione dei servizi, la Regione ha messo in campo tutte le azioni per dare avvio all’iter della costruzione del nuovo ospedale. Subito dopo l’approvazione del finanziamento da parte del Ministero della Salute, la Regione ha promosso un tavolo tecnico cui hanno partecipato i firmatari del relativo Accordo di programma (Regione, Usl Umbria 2, Comuni di Narni e Amelia, Provincia di Terni), nel quale è stata evidenziata la necessità prioritaria di procedere all’esproprio dei terreni sul territorio comunale di Narni su cui dovrà sorgere l’ospedale come condizione indispensabile per l’emanazione del bando da parte dell’Azienda sanitaria. Un passaggio che ancora non si è concretizzato.

La Regione sottolinea, infine, come la riorganizzazione favorirà l’integrazione fra i servizi ospedalieri e il potenziamento delle cure primarie, in tutto il territorio regionale.

Nuovo ospedale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*