Nuove poltrone motorizzate nel Day Hospital Oncologico

aucc-pantalla(UJ.com3.0) PERUGIA – Il Day Hospital Oncologico dell’Ospedale della Media Valle del Tevere si arricchisce di quattro poltrone con movimenti elettrificati da usare durante la chemioterapia, che sono state donate dall’AUCC (Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro). L’iniziativa nasce dalla volontà di migliorare la qualità dell’accoglienza di pazienti in cui la terapia è frutto di una sinergia tra farmaci, rapporti sociali e un contesto confortevole oltre che efficiente, e si inserisce nell’ambito di una consolidata collaborazione tra i servizi sanitari territoriali e l’associazione di volontariato sociale. L’AUCC è infatti già presente nell’ospedale comprensoriale di Pantalla con un servizio di psiconcologia orientato all’assistenza psicologica dei malati oncologici e dei loro familiari.

“In uno scenario difficile come quello in cui si muove oggi la sanità, – sottolinea il direttore generale dall’Azienda USL Umbria 1 Giuseppe Legato – e considerato che la nostra ASL quest’anno deve fare i conti con una diminuzione delle risorse finanziare di oltre 9milioni di euro, la collaborazione con le associazioni di volontariato è una risorsa preziosa per perseguire l’obiettivo condiviso di garantire la stessa qualità dei servizi e addirittura migliorarli dove possibile. A nome di tutta l’azienda ringrazio l’AUCC per questa donazione e, con l’occasione, voglio anche sottolineare il ruolo che essa svolge sul nostro territorio e in questo ospedale attraverso gli operatori volontari che collaborano con il servizio di oncologia medica per fornire costantemente un supporto psicologico e sociale al paziente oncologico”.

Le quattro poltrone, multifunzionali e motorizzate, sono studiate per garantire comfort e sicurezza in tutte quelle applicazioni in cui è necessario portare il corpo del paziente in particolari posizioni normalmente non raggiungibili con un normale lettino o sedia.

“La donazione di queste nuove poltrone di tecnologia avanzata – precisa Riccardo Rossetti, responsbaile dell’unità operativa semplice dipartimentale di Oncologia Medica – si inserisce in un ambiente già confortevole e dotato di attrezzature e supporti che, insieme al contributo umano offerto dallo staff e dai volontari presenti nel Day Hospital oncologico, rendono le ore di attesa per la terapia meno disagevoli, deprimenti e impersonali.

“La donazione odierna – commenta Giuseppe Caforio, presidente dell’AUCC – oltre a rispondere ad una esigenza reale rappresenta l’ennesimo tassello verso il perfezionamento della Rete Oncologica Regionale, per cui l’Aucc si sta molto spendendo. Occorre implementare l’alta specializzazione presso il Policlinico e creare una rete di ospedali sul territorio che sappiano dare risposte certe ai malati oncologici, eliminando viaggi delle illusioni o delle false speranze. L’Umbria deve dare ai malati oncologici standard e protocolli di valenza mondiale, garantendo a tutti percorsi diagnostici e terapeutici efficienti e rapidi”.

Hanno partecipato alla presentazione del 19 aprile Giuseppe Legato, direttore generale USL Umbria 1, Giuseppe Caforio, presidente dell’Associazione AUCC, Riccardo Rossetti, responsabile U.O.S.D. Oncologia Medica, Maurizio Tonato, coordinatore della Rete Oncologica Regionale umbra. Presenti anche i Comitati locali Aucc della Media Valle del Tevere.

L’AUCC dal 1985 opera sul territorio regionale per sostenere la ricerca scientifica, promuovere la formazione, con particolare attenzione ai volontari che assistono i pazienti nel domicilio oppure negli ospedali e negli hospice, promuovere attività educativo-divulgative; favorire a sviluppare forme assistenziali volontarie in aiuto dei soggetti colpiti da tumori e delle loro famiglie al domicilio e all’interno delle strutture sanitarie ospedaliere e territoriali. Inoltre, in accordo con le strutture ospedaliere e sanitarie sul territorio, provvede all’acquisizione di strumenti diagnostici e terapeutici, o anche di apparecchiature di uso più comune per rendere più agevole la degenza ai malati oncologici ricoverati in ospedale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*