“Lo Sguardo e la Cura”: un evento per i dieci anni de “Il Nido d’Argento”

Grande festa a Deruta per il centro diurno “Il Nido d’Argento” di Sant’Angelo di Celle. Il complesso semiresidenziale dedito ad ospitare anziani non autosufficienti e/o affetti da demenza senile di tipo Alzheimer ha tagliato il traguardo dei dieci anni di attività. Tanti ne sono passati, da quando la Cooperativa Nuova Dimensione di Perugia ha mosso i primi passi sul territorio e in accordo con la parrocchia di Sant’Angelo di Celle, ha dato vita ad una struttura di primo livello sotto il profilo socio- assistenziale e riabilitativo. Per celebrare l’importante traguardo, Nuova Dimensione ha organizzato nel pomeriggio di giovedì 15 ottobre un evento presso la chiesa di Sant’Antonio Abate a  Deruta, dal titolo “Lo Sguardo e La Cura”, al quale hanno preso parte i vertici della cooperativa, gli ospiti del centro, gli operatori, i familiari e numerosi rappresentanti delle istituzioni locali, politiche e religiose. “Personalmente – ha tenuto a precisare la Presidente di Nuova Dimensione, Paola Sensi – provo grande orgoglio nel rappresentare la cooperativa in un giorno così importante. Il Nido d’Argento è uno dei fiori all’occhiello della nostra attività: ci abbiamo investito tempo e risorse, con la soddisfazione di vederlo crescere e ottenere risultati sempre più importanti”. L’occasione è stata molto utile anche per ripercorrere attraverso dei contributi video realizzati per l’occasione, i momenti salienti della storia del centro diurno, con contributi da parte dei professionisti del settore, familiari e ospiti. “Io ci sono dal primo giorno – ha dichiarato il coordinatore del centro Rita Babucci – e dieci anni sono un traguardo davvero significativo, che è stato possibile raggiungere anche grazie all’opera della mia squadra: gli operatori che quotidianamente custodiscono i nostri anziani”. Un riferimento a “chi lavora” è arrivato anche dal Sindaco di Deruta, Alvaro Verbena: “Meritano un grande plauso, perchè hanno contribuito a rendere questa struttura una delle eccellenze del nostro comune. Io conosco il Nido d’Argento dal 2007 e non perdo mai occasione per andare a visitarlo e partecipare agli eventi che organizzano”. Il Sindaco ha poi sottolineato l’importanza della presenza di Mons. Paolo Giulietti, per la prima volta a Deruta da Vescovo ausiliare della diocesi di Perugia e Città della Pieve. Il pomeriggio ha visto alternarsi diversi contributi in termini di opinioni, coordinati dal Direttore di Nuova Dimensione, Leonia Lanari e attinenti al tema dell’evento: “Lo Sguardo e La Cura”. In una ideale tavola rotonda, che ha approfondito i tempi e le problematiche legati alle demenze senili, puntando lo sguardo sugli “orizzonti futuri”, hanno preso parte: la Dr.ssa Annalisa Logo, Presidente dell’Associazione A.M.A.T.A. , il Dr. Stefano Lentini, Direttore Sanitario Media Valle del Tevere, la Dr.ssa Valentina Prenni, Don Gino Ciacci, parroco di Sant’Angelo di Celle, Dir. Sanitario del Centro, Carlo Di Somma, Presidente di Federsolitarietà – Umbria, Alfio Todini, Sindaco di Marsciano e il collega di Torgiano, Marcello Nasini, gli assessori dei Comuni di Perugia, Todi e Deruta, Edi Cicchi, già Presidente di Nuova Dimensione, Catia Massetti e Michele Toniaccini. “Questo centro – ha commentato il Dr. Stefano Lentini – risponde in maniera egregia a quelle che sono le esigenze del territorio, che è tra quelli con una popolazione anziana più consistente. Il Nido d’Argento è un valido esempio di come la nostra regione ha superato quella logica prestazionale, che si usava diversi anni fa, a vantaggio di una rete integrata di servizi”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*