Giovedì 16 Aprile Giornata Mondiale delle Malattie della Voce

Malattie da vettore e Zika virus, prevenzione e comunicazione

Giovedì 16 Aprile, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie della Voce, l’Azienda Ospedaliera di Perugia ha dato pieno appoggio al progetto di favorire una campagna di informazione e consulenza per i cittadini che, fin da lunedì 13 Aprile potranno effettuare una prenotazione agli incontri che tenuti dalla logopediste della struttura di Otorinolaringoiatria negli ambulatori al piano -1 Blocco N-P. Il numero da contattare per partecipare ai seminari è lo 075.5783575. I due incontri con i cittadini interessati saranno coordinati dalla Dott.ssa Jenny Pagliari, responsabile della Struttura Semplice di Terapia Riabilitativa Foniatrica del S. Maria della Misericordia.” Anche quest’anno, in collaborazione con i volontari dell’Associazione Malattie della Voce, intendiamo mettere a disposizione di pazienti e cittadini le competenze di operatori che da anni si occupano di patologie più frequenti nelle categorie di professionisti che per svolgere la loro attività fanno un abbondante uso della voce- ricorda la Dott.ssa Pagliari- .Gli incontri che abbiamo organizzato con le logopediste Ombretta Isidori e Cristina Giorgelli si svolgeranno dalle 16,30 alle 17,30 del 16 Aprile. Gli argomenti che saranno trattati riguardano temi di attualità nella prevenzione delle malattie della voce : “L’igiene vocale nell’uso quotidiano e professionale della voce” e “Il riscaldamento vocale nei professionisti della voce”. Anche in questa edizione saremo in grado di assicurare una consulenza necessaria per tutti i cittadini”.
Nelle ultime edizioni della Giornata Mondiale delle Malattie della Voce, il numero dei cittadini che ha richiesto la consulenza degli specialisti dell’Ospedale di Perugia, è stato crescente, 210 solo l’ultimo anno. Secondo gli esperti la categoria che primeggia in una ideale classifica di chi abusa della voce, è quella degli insegnanti, di ogni ordine e grado, essenzialmente di scuola materna ed elementari, subito dopo vengono avvocati, magistrati e venditori ambulati. Anche i giornalisti televisivi si piazzano nelle zone alte della classifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*