Fontana Maggiore illuminata di viola contro malattie intestinali

Solinas propone nuovo percorso diagnostico terapeutico nazionale

Fontana Maggiore illuminata di viola contro malattie intestinali
FONTANA MAGGIORE PERUGIA

È importante manifestare sensibilità e solidarietà ai pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali (Mici),rettocolite ulcerativa e morbo di Crohn, che in Umbria sono più di 3.000, e una buona occasione sarà quella di giovedì prossimo quando a Perugia, grazie ad un’iniziativa di AMICI – l’associazione che rappresenta i malati di morbo di Crohn e rettocolite ulcerativa – verrà illuminata di viola la Fontana Maggiore, in onore del World IBD Day 2016 (Ibd sta per “Inflammatory bowel diseases”, ndr)”: lo dice il consigliere regionale del Partito democratico *Attilio Solinas*, presidente della Commissione Sanità e Servizi sociali dell’Assemblea legislativa dell’Umbria.

“Ho proposto all’assessorato regionale – ricorda Solinas – l’applicazione in Umbria del nuovo percorso diagnostico-terapeutico nazionale, validato dai maggiori scienziati italiani esperti di queste patologie, con il supporto di AMICI, e approvato dalla conferenza Stato-regioni. Questi malati soffrono di patologie spesso gravi e invalidanti, che necessitano di una diagnosi più precoce possibile e di trattamenti in alcuni casi complessi e costosi, in particolare con i nuovi farmaci biologici.

Per questo è fondamentale definire su basi scientifiche i percorsi di cura più aggiornati ed efficaci per ogni singolo paziente, puntando anche ad una migliore sostenibilità dei costi. È inoltre importante sensibilizzare l’attenzione della cittadinanza su questo tema”. “L’associazione ‘AMICI Onlus’ – spiega in conclusione Solinas – ha chiesto e ottenuto dal Comune di Perugia di poter illuminare un monumento in occasione della giornata mondiale per le malattie infiammatorie croniche intestinali, come avverrà in altri capoluoghi italiani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*