Farmaci epatite, Regione Umbria ha già preso in carica 85 pazienti

Sanità, ecco i nomi dei sei direttori amministrativi e sanitari
Sanità Umbria

È assolutamente falso quanto affermato dal consigliere regionale di Umbria Popolare Ncd secondo il quale l’Umbria sarebbe l’unica Regione a non prevedere un’assistenza farmacologica paritaria per chi è affetto da epatite C.

Al contrario la Regione Umbria ha già preso in carico 85 pazienti con epatite, anticipando dal proprio bilancio le risorse necessarie, non avendo ancora il Ministero della Salute adottato uno specifico provvedimento che stabilisca con certezza le risorse da assegnare alle Regioni per tali terapie che, si ricorda, sono costosissime ed oscillano tra i 60 e gli 80 mila euro a trattamento.

È quanto precisa l’Assessorato alla Sanità della Regione Umbria che sottolinea che i criteri di priorità che devono essere utilizzati per prendere in carico i pazienti affetti da epatite sono stati formalmente definiti dall’Aifa, l’Agenzia italiana del Farmaco, ed a questi criteri la Regione Umbria si attiene.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*