Costruiamo insieme la Città che Promuove la Salute

Accordo tra Regione dell’Umbria e Province, grave situazione polizia Provinciale

parco santa margherita polizia prov.(UJ.com3.0) PERUGIA – Prende il via il programma “Costruiamo insieme la Città che Promuove la Salute”, promosso e realizzato dal dipartimento di prevenzione dell’Azienda USL Umbria 1 in collaborazione con il Comune di Perugia, GeSeNu, Provincia di Perugia, scuole e associazioni di volontariato. Il primo appuntamento è sabato 13 aprile nel Parco di Santa Margherita, dalle ore 9 alle ore 12,30, per un’operazione di pulizia che coinvolgerà gli studenti e tutti i cittadini che vorranno partecipare.

Il programma prevede il ritrovo presso la palestra del Liceo Galilei alle ore 9; dopo l’organizzazione  dei gruppi e la fornitura degli strumenti necessari, inizieranno i lavori, con un momento di attività fisica a contatto con la natura a metà mattinata. Chi vorrà (e se le condizioni metereologiche lo consentiranno) potrà fare un pic nic con pranzo  al sacco presso  l’arena. Al termine dell’iniziativa la GeSeNu ritirerà i sacchi con i rifiuti.

L’iniziativa dà il via ad alcune delle attività previste nell’ambito del progetto  “Ben Essere” in corso presso il 9° Circolo didattico, che hanno come fine principale quello di contrastare l’obesità infantile e le malattie croniche non trasmissibili e come tema specifico l’alimentazione e l’attività fisica come fattori di salute, benessere e sostenibilità.

Il contatto con la natura ha molteplici effetti positivi nella dinamica della salute e uno degli obiettivi del progetto della USL Umbria 1 per promuovere stili di vita salutari è proprio quello di favorire l’attività fisica nei bambini e negli adulti, attraverso uscite didattiche, corsi di Nordic Walking e gruppi di cammino nel Parco Santa Margherita.

In particolare, a partire dal 19 aprile 2013, sono state programmate delle uscite didattiche nel parco per la raccolta delle erbe spontanee, con varie classi delle scuole primarie del 9° circolo didattico, in collaborazione con un docente della facoltà di Agraria.  Le erbe raccolte verranno poi utilizzate nei laboratori di cucina della scuola con il contributo di esperti dell’Università dei Sapori.

Nel mettere in pratica tali azioni si è rilevata la necessità di ripulire il parco, attività che è divenuta parte integrante del progetto con l’intento di rendere questa risorsa “verde” vero e proprio luogo di incontro, socializzazione, integrazione e promozione della salute.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*