Unipegaso

Caldo torrido in arrivo, in Umbria si potranno toccare i 40 gradi

Lunedì sarà terribile seguite i consigli dei medici

Caldo torrido in arrivo, in Umbria si potranno toccare i 40 gradi
caldo torrido

Caldo torrido in arrivo, in Umbria si potranno toccare i 40 gradi

Nei prossimi giorni il nostro Paese tornerà ad essere interessato da una vistosa onda anticiclonica che conterrà al suo interno, masse d’aria molto calde di origine subtropicale africana. Tale rimonta dell’anticiclone sul Mediterraneo, sarà agevolata dallo sprofondamento di una figura depressionaria sulla Penisola Iberica e sul Marocco, lungo il lato ascendente della saccatura ricadrà quindi il bacino centrale del Mediterraneo e l’Europa centrale/orientale. L’ondata calda tenderà ad accentuarsi ulteriormente tra lunedì 31 luglio e martedì primo agosto, momento in cui a livello europeo si consumerà un vero e proprio “braccio di ferro” tra due grandi colossi dell’atmosfera, la depressione oceanica e l’anticiclone africano, una lotta che andrà a vantaggio di quest’ultimo.

Alla quota di 850hpa i valori termici preventivati sono assolutamente degni di menzione; lunedí 31 luglio ritroveremo infatti picchi sino a +23°/+25°C sulla Sardegna e poi sulle regioni centrali tirreniche. Un po’ meno eclatanti le temperature in quota previste al nordin questi ultimi settori si aggireranno attorno +18°C/+20°Ced al meridione nel range dei +20°C/+22°C. 

Al livello del suolo, diverse stime pronosticano picchi sino a +40°C/+42°C che potrebbero fare la loro comparsa sui seguenti settori; le pianure dell’Emilia Romagna, le zone interne del centro Italia, l’Umbria, il Lazio e la Toscana, particolarmente esposta la piana di Firenze, infine le zone interne della Sardegna. Su questi tre settori il caldo risulterà decisamente intenso e fastidioso, anche se accompagnato da tassi contenuti di umidità relativa (caldo torrido). Lungo la fascia costiera i valori saranno compresi in un range oscillante +28°C e +32°C, in questo caso le condizioni saranno tendenti al caldo afoso.

L’attenuazione dell’onda subtropicale forse dalla seconda metà della settimana prossima ma soltanto a cominciare dalle regioni settentrionali. da Meteo live

A seguito del bollettino trasmesso in data odierna, 28.07.2017, dal Centro di Competenza Nazionale del Ministero della Salute con il quale, per i giorni 29 e 30 luglio c.a., sono  previste temperature elevate rispettivamente di 33 e 34 gradi con condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio, è dichiara attivata, per le giornate del 29 e 30 luglio la fase di DISAGIO (Livello 2).

 

Si invita la popolazione a rischio ad adottare le seguenti misure qualora temperatura e l’umidità dell’aria aumentino:

Bere più liquidi ( in particolare acqua ),

Stare in casa o in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti condizionati nelle ore di maggiore insolazione (tra le 11 e le 15).

Ventilare l’abitazione.

 Se si percepisce un surriscaldamento corporeo, aumentare la ventilazione, usare un condizionatore se è possibile.

Nelle ore più calde, se non si ha un condizionatore in casa, fare docce e bagni extra o recarsi in luoghi vicini in cui vi sia l’aria condizionata (per esempio, cinema, centri commerciali, biblioteche).

Indossare abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, anzi sciolti, per permettere la circolazione dell’aria sul corpo.

Evitare esercizi fisici non necessari all’aperto o in luoghi non condizionati ed evitare l’esposizione inutile al sole diretto.

Nel caso in cui si debbano svolgere attività all’aria aperta: limitarle alle ore mattutine e serali;

Preferire pasti leggeri e fare attenzione all’opportuna conservazione dei cibi.

Non sostare in automobili ferme al sole né lasciare mai persone, specialmente bambini o anziani, né animali domestici in auto o altri veicoli chiusi. 

Telefonare all’ASL, al Numero Unico all’ Urp o agli Uffici decentrati (ex Circoscrizioni) per conoscere i servizi a cui ci si può rivolgere in caso di necessità e per saper se e dove, nelle vicinanze dell’abitazione vi sono appositi luoghi per il sollievo dal caldo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*