Aronc onlus assegna al procuratore Cardella il premio ‘Istituzioni e solidarietà’

Aronc onlus assegna al procuratore Cardella il premio ‘Istituzioni e solidarietà’

(umbriajournal.com by Avi News) – Perugia, 27 nov. – Sei anni di volontariato a fianco dei pazienti della Radioterapia Oncologica dell’Ospedale di Perugia con l’impegno di proseguire la strada intrapresa per concretizzare altri importanti progetti di solidarietà.

Più di duecento tra soci e sostenitori della Associazione A.R.ONC. onlus hanno partecipato a una serata di beneficenza e scambio di auguri in vista delle festività natalizie. Durante la conviviale è stato assegnato il riconoscimento ‘Istituzione e solidarietà’ al procuratore generale della Repubblica di Perugia Fausto Cardella, “esempio di rappresentate della pubblica amministrazione nella vicinanza al mondo della solidarietà”.

Fuori sede per motivi istituzionali, Cardella è intervenuto telefonicamente esprimendo sentimenti di ringraziamento: “Sono orgoglioso per il riconoscimento attribuitomi da A.R.ONC. e confido di poterlo meritare; come magistrato ho sempre pensato che abbiamo l’obbligo di vicinanza alle aspettative del cittadino, soprattutto verso i più deboli, anche come conseguenza della malattia”.

Nel corso della serata sono intervenuti il sindaco di Perugia Andrea Romizi, l’assessore alla cultura del Comune di Corciano Lorenzo Pierotti, il rettore dell’Università di Perugia Franco Moriconi, l’assessore regionale alla sanità Luca Barberini, il consigliere regionale Attilio Solinas, la senatrice Nadia  Ginetti , il vicesindaco di Perugia Urbano Barelli e il presidente Roberto Rosignoli che ha comunicato che, dopo la donazione di un sistema informatico per la gestione dell’attività assistenziale dei pazienti oncologici alla struttura di Radioterapia Oncologica del Santa Maria della Misericordia, diretta dalla professoressa Cynthia Aristei, è previsto a breve l’ammodernamento delle sale di accoglienza del reparto con nuovi arredi e logistica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*