Al centro diurno “Il Nido D’Argento”, incontro tra familiari e istituzioni

Importante iniziativa per “Il Nido D’Argento” di Sant’Angello di Celle. Il centro diurno gestito dalla Cooperativa Nuova Dimensione, che ospita anziani non autosufficienti o affetti da demenza senile, martedì 28 aprile ha visto riunirsi il Comitato Partecipativo della struttura, composto dall’equipe multidisciplinare del centro, dai familiari degli ospiti, dalle Istituzioni presenti nella figura dell’Assessore ai servizi sociali Michele Toniaccini e dal Dott. Lentini, Direttore del Distretto Media Valle del Tevere. L’incontro è stato pensato ed organizzato per poter dare conto, a quanti hanno partecipato, delle attività che vengono quotidianamente svolte all’interno del Centro Diurno. Il coordinatore Rita Babucci ha così illustrato il resoconto delle attività svolte nel 2014. “Il Nido d’Argento è attualmente a pieno regime e abbiamo aperto la lista d’attesa. Come ogni anno, anche nel 2014 abbiamo rilevato il grado di soddisfazione dei nostri clienti, sulla base di un questionario che ha registrato risultati molto buoni. Tra gli obiettivi che ci siamo prefissi, da raggiungere nel breve periodo, c’è l’apertura del sabato che prevede un periodo iniziale di frequenza gratuita. Per poterci contattare, è possibile chiamare direttamente in struttura ai numeri presenti sul nostro sito www.nuovadimensione.com”. Il lavoro con gli ospiti viene portato avanti da un’equipe multidisciplinare che lavora in base a piani di lavoro individuali che prevedono progetti calibrati su ogni singolo ospite, articolati in attività motoria, di carattere socio-sanitario, animazione, musicoterapia. “L’approccio delle nostre diverse attività – ha sottolineato Cristina Falomi, coordinatrice dell’equipe di animatori di Nuova Dimensione – si basa sul concetto di terapia non farmacologica. Attraverso la motoria, la musicoterapia, i laboratori manuali, ci concentriamo sulle capacità che ogni singolo ospite può ancora mettere in campo, malgrado la malattia”. Uno degli obiettivi del Comitato Partecipativo, oltre a rendere consapevoli ed informati familiari e interlocutori istituzionali in merito alle attività portate avanti, è anche quello di raccogliere spunti e proposte. Tra i commenti espressi dai partecipanti, il sig. Franco racconta come “è bello vedere mia suocera rincasare dal Centro e sentirla cantare, vederla rinata, curiosa e serena”. Grazie allo stare insieme e alle attività proposte, finalizzate anche al recupero di normali azioni di vita quotidiana, molti ospiti riprendono a svolgere quelle che erano state, in passato, le proprie mansioni lavorative. “Mia madre – aggiunge un altro familiare presente – la mattina prepara il suo cestino del cucito da portare al Centro, come se dovesse prepararsi per andare al lavoro”. “Tra le nuove attività messe in campo per il 2015 – ha spiegato il Direttore di Nuova Dimensione Leonia Lanari – c’è il progetto “Orto sul balcone” e l’allestimento di una stanza sensoriale all’interno del Centro”. L’incontro si è concluso con i commenti dell’Assessore Toniaccini e del dott. Lentini. “Deruta viene citata soprattutto per le sue eccellenze artistiche – ha affermato Toniaccini – credo che il Nido d’Argento sia la nostra Eccellenza nell’ambito dei servizi sociali”. Elogi sono arrivati anche dal dott. Lentini. “Affidare un proprio familiare, anziano e non più autosufficiente, ad un Centro Diurno non è mai semplice. Qui al Nido d’Argento la persona viene messa al centro e ci si prende cura di ogni singolo ospite con professionalità e dedizione, garantendo un servizio di alta qualità. Le parole sentite dalla viva voce dei familiari presenti ne sono la testimonianza concreta”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*