Adolescenti in gita ad Assisi si sentono male. Il parroco ringrazia il Santa Maria della Misericordia

Carmine Camicia, Gruppo Misto, cittadini in difficoltà al pronto soccorso Perugia
pronto-soccorso

Rientrato a casa Don Mauro Margagliotti, sacerdote della Diocesi di Venezia, ha scritto alla Direzione dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, raccontando quanto è accaduto domenica scorsa 20 Aprile Questa la testimonianza del sacerdote:” Due ragazze del gruppo che accompagnavo in visita ad Assisi sono state trasportate in autoambulanza presso l’Ospedale di Perugia. Avendole accompagnate personalmente- aggiunge Don Mauro-, ed essendo stato con loro fino all’arrivo dei genitori prontamente informati, ho potuto constatare la cortesia e la premura con cui al  Pronto Soccorso e al Reparto di Pediatria sono state curate e seguite. Desidero ringraziare molto per l’aiuto che ci è stato dato e per la professionalità, gli  operatori sanitari. Un grazie particolare al personale della Pediatria che ho potuto vedere all’opera per diverse ore con davvero tanta perizia. Complimenti”.

L’intervento dei sanitari del 118 si era reso necessario- come informa una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia- a seguito di un malore accusato da due giovani studenti, un ragazzo di 11 anni ed una ragazza di 12,  che si trovavano in visita ad alcuni monumenti di Assisi. In un primo momento, anche  per la concitazione nella richiesta di soccorso, e per  le informazioni non sufficientemente chiare  fornite alla centrale operativa del 118,  l’intervento  dei sanitari veniva   giudicato della massima gravita. Il primo soccorso portato dal medico e dal  personale infermieristico del 118 di Assisi  sul posto dove i ragazzi si erano accasciati a terra – Piazza della Basilica Inferiore di Assisi- , inquadrava meglio la portata del malore e i due studenti  venivano trasportate al S. Maria della Misericordia in codice giallo e verde e ricoverati nella struttura complessa di  Pediatria. Dopo alcuni giorni di ricovero e di osservazione, questa mattina sono stati dimessi ed hanno fatto ritorno a casa assieme ai genitori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*