Un “corso” per insegnare alle persone a risparmiare nei consumi domestici

Al Centro di Ascolto della Caritas diocesana, presso il “Villaggio della Carità” in Perugia, dal 1 gennaio al 31 dicembre 2014 sono stati effettuati 2.767 interventi di ascolto- orientamento e di contributi economici per i pagamenti di utenze domestiche e spese scolastiche a favore di cittadini italiani ed esteri. Un numero che è aumentato di molto nel 2015; basti pensare che nei primi quattro mesi di quest’anno gli interventi sono stati 1.004, dei quali 388 per cittadini italiani (38,65%), 614 per cittadini esteri (61,15) e 2 con doppia cittadinanza (0,20%). I fruitori degli interventi di ascolto e di contributi economici (509 uomini e 495 donne) sono nella gran parte dei casi in età lavorativa. L’incremento delle richieste di aiuto da parte delle famiglie in difficoltà è legato proprio alla perdita del posto di lavoro.

Tra gli aiuti richiesti è notevolmente aumentato il numero dei pagamenti delle utenze domestiche di acqua, energia elettrica e gas. Ci sono stati casi in cui le bollette hanno superato i 500 euro, cogliendo la difficoltà delle persone di comprendere la “connessione” tra le abitudini e i consumi, ad esempio di un nucleo familiare composto da genitori e due figli. Molti non conoscono le fasce orarie in cui si risparmia l’energia elettrica e/o l’autolettura dei contatori delle utenze, in primis del gas e soprattutto nel periodo invernale. Quasi tutte le persone che giungono al Centro di Ascolto diocesano ignorano la possibilità di fare richiesta della rateizzazione delle bollette, ma ancor più preoccupante è la non conoscenza della possibilità per accedere ai “bonus” previsti dallo Stato presentando il proprio Isee, l’Indicatore della situazione economica equivalente.

Per questi motivi, la Caritas diocesana, con la collaborazione delle Acli provinciali di Perugia, ha inteso promuovere un “corso” per insegnare alle persone a risparmiare nei consumi domestici, che si terrà presso il “Villaggio della Carità”, martedì 9 giugno, a partire dalle ore 16. Avendo superato già il numero dei 100 partecipanti, gli organizzatori, che si avvarranno di un esperto delle Acli, hanno previsto due turni del “corso” (ore 16-17.30 e 17.30-19), al quale parteciperanno anche alcuni operatori e volontari Caritas per apprendere nozioni più dettagliate, così da informare a loro volta le persone che si recano ai Centri di Ascolto parrocchiali. Gli interessati al corso possono iscriversi telefonando al numero 075.5723851.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*