Tornato alla Casa del Padre don Alviero Mencaroni

Tornato alla Casa del Padre don Alviero Mencaroni
croce

Tornato alla Casa del Padre don Alviero Mencaroni

Il 1 settembre il Signore ha chiamato a sé don Alviero Mencaroni, parroco di Borghetto di Tuoro. Era nato il 20 novembre del 1931 a Torgiano da Vincenzo e Evelina Taticchi. Entrato in giovane età nel Seminario di Perugia, era stato ordinato prete il 31 ottobre 1954, dall’arcivescovo Mons. Mario Vianello. I primi anni di ministero li aveva svolti nelle piccole parrocchie di Tisciano, Val di Rose e Torale, tutte nella zona collinare a nord del Trasimeno. Dal 1970 era parroco a Borghetto di Tuoro.

«Il suo ministero si è caratterizzato per la vicinanza alla sua gente, con la quale ha condiviso momenti lieti e tristi, grazie alla sua indole arguta e cordiale, e che non ha voluto abbandonare nemmeno quando le sue condizioni di salute si sono fatte precarie e le attività parrocchiali sempre più gravose: è morto, come desiderava, nella sua casa canonica, ingombra degli oggetti legati al suo ministero e alle sue passioni».

A evidenziarlo è il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, nel tracciare un breve ma significativo profilo biografico del sacerdote. «Don Alviero aveva elaborato un suo metodo per l’insegnamento della musica – sottolinea mons. Giulietti –, mediante il quale avvicinava alla liturgia ragazzi e giovani della parrocchia. Era anche un appassionato cacciatore e pescatore, come tante altre persone del paese. Ma la sua attività più apprezzata era quella legata alla sua conoscenza delle erbe, ricevuta dalla madre Evelina e coltivata negli anni, in virtù della quale era capace di realizzare medicamenti per diverse malattie della pelle, apprezzati anche da medici e farmacisti, che indirizzavano a lui alcuni pazienti che non trovavano giovamento nella medicina “ufficiale”».

«In tutte queste azioni, offerte con generoso disinteresse – conclude il vescovo ausiliare –, don Alviero ha sempre messo la sua anima pastorale, facendo di tali attività un’opportunità per dialogare con le persone e offrire il messaggio del Vangelo». Le esequie saranno celebrate giovedì 3 settembre, alle ore 15.30, nella chiesa parrocchiale in Borghetto di Tuoro, presiedute dal cardinale Gualtiero Bassetti insieme ai sacerdoti della VI Zona pastorale dell’Archidiocesi. La salma sarà successivamente tumulata nel cimitero di Torgiano, suo paese natale.

Tornato alla Casa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*