Shimon Peres in visita al Sacro Convento, nono premio nobel per la pace

AT2T0754(UJ.com3.0) ASSISI – Prima di Peres i premi nobel che hanno raggiunto Assisi sono stati Lech Walesa – 18 gennaio 1981,Dalai Lama – 26 ottobre 1986,YAsser ArafAt – 6 aprile 1990,Betty Williams – 24 settembre 1995,Carlos Felipe Ximenes Belo – 15 giugno 1997,Mikhail Gorbaciov – 15 marzo 2008, Mohamed ElBaradei – 17 novembre 2009, tutto questo ci dice come Francesco di Assisi rappresenta per i poveri e per i grandi per gli uomini di stato e per i giovani…un modello di pace.

Una pace che vogliamo costruire giorno dopo giorno alla luce di quella preghiera comunemente attribuita a San Francesco: “Fa di me o Signore uno strumento della tua pace”

Yasser Arafat:
“Sono qui con un ramoscello d’olivo colto sul monte della passione di Gesù Cristo. Sono venuto per chiedere preghiere per il mio popolo della Palestina, per chiedere pace e giustizia. San Francesco è il santo della pace. Noi vogliamo pace nella giustizia. Avevo grande desiderio di venire qui ad Assisi. Ora sono qui ed è come un sogno. Voglio ringraziare voi, francescani, per i vostri impegni per la pace. Pregate Dio per noi. Pregate per la Palestina, pregate per Gerusalemme, pregate per la pace, pregate per quanti operano per raggiungere la pace. Pregate anche per me, il mio popolo ha bisogno delle vostre preghiere e della benedizione di Dio”.

Mikhail Gorbaciov:
“Sono molto grato di essere qui, in questo posto così importante non solo per la fede cattolica, ma per tutta l’umanità. La storia di Francesco è davvero interessante e comunica una grande tensione di spiritualità”.

La preghiera a San Francesco di Madre Teresa di Calcutta:
Rivolgiamo la nostra preghiera a Francesco d’Assisi; lui che seguì alla lettera gli insegnamenti del Padre. Ci insegnerà ad amare. Ci insegnerà a capire. Ci darà coraggio di condividere. Condividere è l’espressione di un grande amore. Francesco ci insegnerà a donare sino alla sofferenza, con letizia estrema!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*